It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Educazione alimentare: prima giornata col Presidente Mattarella

Inaugurata fattoria didattica nella tenuta di Castelporziano

Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è svolta, nella Tenuta di Castelporziano, la prima Festa dell'educazione alimentare nelle scuole, a cui hanno partecipato bambini provenienti da tutta Italia. Frutto di un accordo tra il Ministero dell'Istruzione e Coldiretti, il progetto vuole essere un percorso didattico sui valori della sana alimentazione, della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. Sono intervenuti il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, il ministro della Salute Roberto Speranza, il Consigliere speciale e Vice Direttore generale aggiunto della FAO, Maurizio Martina e il Presidente della Confederazione nazionale Coldiretti, Ettore Prandini.

"Sono davvero lieto di ospitare a Castelporziano la prima Festa dell'educazione alimentare: argomento e impegno di fondamentale importanza per la nostra vita e per il futuro, come dimostra la presenza qui, questa mattina, del Ministro dell'Agricoltura, del Ministro dell’Istruzione, del Ministro della Salute", ha detto il Presidente Mattarella.

"Ho avuto poc'anzi modo di fare un veloce giro nei vari punti della festa, e vorrei dire al Presidente della Coldiretti e al Segretario Generale che il successo dell'iniziativa è espresso dall'entusiasmo che i bambini e i ragazzi hanno manifestato e manifestano, dal loro coinvolgimento che dimostra da un lato come le speranze per il futuro siano ben riposte nella nuova generazione, ma anche dal dovere di offrire loro occasioni per riflettere e comprendere il modo in cui procedere nel futuro. Per questo desidero ringraziarvi. Castelporziano quest'oggi è arricchito dalla presenza di tanti bambini e ragazzi, ed è un’occasione per sottolineare quanto sia importante per il nostro futuro e per la nostra vita un impegno adeguato, concreto - ha concluso Mattarella - di grande riflessione sull'educazione alimentare".

“L’educazione al cibo delle nuove generazioni è cruciale per il futuro dell’Italia in un momento in cui l’emergenza Covid ci ha messo di fronte a sfide mai immaginate prima sul fronte della salute, della sicurezza e dell’economia”. E’ quanto affermato dal presidente della Coldiretti Ettore Prandini.

“Negli ultimi 20 anni Coldiretti ha lavorato per trasformare ciò che veniva chiamata “materia prima agricola” in “cibo”, non limitandosi a rappresentare gli interessi dei produttori agricoli italiani ma costruendo un ponte fra produttori e consumatori, fra interessi particolari e interessi generali dell’Italia” ha evidenziato Prandini nel sottolineare come “di pari passo abbiamo fatto crescere con le nostre imprese la rete dei servizi educativi per l’infanzia in Italia con oltre tremila fattorie didattiche che possono accogliere scuole e gruppi scolastici o famiglie, in sicurezza nei grandi spazi aperti delle campagne italiane, offrendo percorsi didattici o ricreativi sull’ambiente rurale, il lavoro degli agricoltori, l’origine dei prodotti alimentari e la vita degli animali. Una rete che nella stagione pandemica ha garantito un contributo determinante alle famiglie, in particolare bisognose, in termini di accoglienza e di offerta di servizi socio-educativi, anche nelle aree più svantaggiate del Paese”.

"Un percorso educativo che – ha spiegato il presidente della Coldiretti – ha permesso di coinvolgere oltre mezzo milione di bambini ogni anno su tutto il territorio nazionale aiutandoli a formare il gusto e l’attenzione alla distintività e alla biodiversità contro l’omologazione a tavola".

red - 19403

EFA News - European Food Agency
Related
Similar