It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Farm to fork: i mercati all’ingrosso europei firmano codice di condotta

Fondamentale per un settore alimentare sostenibile, afferma il presidente per l'Europa del Wuwm

I mercati all’ingrosso europei hanno firmato il codice di condotta “Farm to Fork” insieme ai principali attori del settore alimentare europeo (in Italia tra i primi 65 firmatari, unica azienda della Grande distribuzione nazionale, figura Coop -vedi notizia EFA News-).

Il Codice è uno dei primi risultati della strategia Farm to Fork e articola le aspirazioni e le azioni comuni che il settore alimentare europeo può seguire in modo da ottenere un sistema alimentare dell’UE sostenibile, resiliente e sano. Si concentra principalmente sulla parte centrale della catena alimentare, come grossisti e dettaglianti, produttori, operatori di servizi di ristorazione. Tutti gli attori dei sistemi alimentari dell’UE sono chiamati a proporre volontariamente impegni di sostenibilità tangibili, misurabili e ambiziosi. World Union of Wholesale Markets (Wuwm, ovvero l'Unione mondiale dei mercati all'ingrosso), è stato tra gli 11 membri della task force permanente che hanno supportato la stesura del Codice negli ultimi mesi.

Il presidente della sezione europea del Wuwm, Fabio Massimo Pallottini, osserva “quanto sia importante che il settore si stia muovendo unito per promuovere cambiamenti più rapidi verso diete più sane e sostenibili. Tutti hanno lavorato molto duramente negli ultimi mesi per far sì che ciò accadesse. Questo Codice sarà fondamentale nella transizione verso un settore alimentare europeo sano e sostenibile, sia per le chiare indicazioni e gli impegni che questo Codice stabilisce per il settore, sia per la capacità di lavorare in modo coordinato da parte di tutti gli attori rilevanti della filiera”.

Ci sono sette obiettivi ambiziosi nel Codice che coprono i tre pilastri della sostenibilità (ambientale, sociale, economico): diete sane, equilibrate e sostenibili per tutti i consumatori europei; prevenzione e riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari; una catena alimentare climaticamente neutra in Europa entro il 2050; una catena alimentare circolare ottimizzata ed efficiente sotto il profilo delle risorse, crescita economica sostenuta, inclusiva e sostenibile, occupazione e lavoro dignitoso per tutti; creazione di valore sostenibile nella filiera alimentare europea attraverso il partenariato; approvvigionamento sostenibile nelle filiere alimentari.

La sezione europea dell’Unione mondiale dei mercati all’ingrosso rappresenta i mercati all’ingrosso di prodotti freschi dell’UE (120 mercati in tutta Europa che riforniscono quasi 200 milioni di consumatori al giorno, commercializzano 25 milioni di tonnellate di prodotti freschi: frutta e verdura, pesce e prodotti del mare, carne e prodotti a base di carne, con un valore di 70 miliardi di euro e generando quasi 150.000 posti di lavoro). Quasi il 50% dei prodotti freschi e il 70% della produzione dell’UE consumata in Europa passano attraverso le infrastrutture dei mercati all’ingrosso.

SaM - 19897

EFA News - European Food Agency
Related
Similar