It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

In Friuli Venezia Giulia è festa di fine trebbiatura dell'orzo

Bordin (Lega), rete Asprom valorizza eccellenza della regione

"Una realtà d'eccellenza che dimostra come in Friuli sia possibile fare squadra, lavorare insieme e creare una rete di aziende che dà lustro alla nostra regione,
creando nel contempo ricchezza". Lo rimarca in una nota il capogruppo della Lega nel consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Mauro Bordin, dopo essere
intervenuto in occasione della festa di fine trebbiatura dell'orzo organizzata da Asprom a Palazzolo dello Stella.

"Nel portare il saluto della regione ho rivolto i miei complimenti al presidente Alido
Gigante
e ad Asprom per la crescita significativa della rete di produttori di orzo e malto. Nuove aziende associate, aumento degli ettari coltivati e importanti sinergie con l'università di Udine e l'istituto agrario di Pozzuolo testimoniano la bontà del
lavoro svolto in questi anni". La recente novità è che il progetto Asprom ha suscitato l'interesse anche del settore creditizio. "I numeri in costante crescita", sottolinea Bordin "parlano di una filiera che nell'ultimo anno è passata da 870 a 1.222 ettari coltivati e da 126 a 161 aziende produttrici, mentre le aziende associate sono salite a 230. Senza dimenticare il forte sostegno ottenuto anche dalle Istituzioni del territorio, presenti in gran numero alla festa di fine trebbiatura con sindaci e amministratori locali".

"Ho seguito la nascita e la crescita di Asprom, apprezzandone la capacità di far collaborare numerose aziende per fornire prodotti di altissima qualità, connotati da una forte identità territoriale. I miei complimenti, perché i prodotti di questa realtà non sono secondi a nessuno. Per esempio, è stato evidenziato che l'orzo dei produttori friulani è qualitativamente migliore rispetto a quanto prodotto in altri paesi europei, talvolta più blasonati".

hef - 20043

EFA News - European Food Agency
Similar