It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Findus sostiene la certificazione sostenibile di 3mila ha di foreste nel viterbese

Prodotti surgelati sempre più leggeri grazie alla carta riciclabile

Findus ha portato a termine il percorso di certificazione PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification) di un’area di 3.000 ettari in provincia di Viterbo. L'azienda di surgelati, branch italiana dell'inglese Nomad Foods, ha scelto così di aiutare la gestione forestale sostenibile in Italia partendo dal Lazio, regione in cui l’azienda ha sede legale (a Roma) e dove è presente lo storico stabilimento di produzione di Cisterna di Latina. 

La certificazione forestale è uno strumento volontario che assicura che le foreste siano gestite in linea con stringenti requisiti ambientali, sociali ed economici, oltre a tracciare i prodotti forestali dalle foreste gestite in maniera sostenibile fino al prodotto finito. 

“Siamo davvero orgogliosi di avere concluso positivamente questo processo, che rappresenta solo uno degli ultimi passi del processo di sostenibilità che Findus sta percorrendo – ha dichiarato Roberta Rossi, brand manager di Findus - Scegliere una carta ottenuta da foreste gestite in modo sostenibile è un gesto di responsabilità verso il pianeta poiché un prodotto con il marchio PEFC garantisce al consumatore che la foresta da cui deriva la materia prima è tutelata e preservata per il futuro. Ma l’aver aderito a questo progetto non significa per noi aver investito solo in sostenibilità, ma rappresenta anche un supporto concreto nei confronti del Lazio, territorio che ospita la nostra azienda e al quale siamo profondamente legati”.

La certificazione aiuterà i prodotti di Findus ad essere più ‘leggeri’ per l’ambiente: una delle linee più celebri di Findus, “I Gratinati”, ha infatti recentemente cambiato veste, dotandosi di una nuova vaschetta in carta riciclabile proveniente proprio da foreste certificate PEFC. La novità in casa Findus non riguarda soltanto il nuovo materiale della vaschetta della linea Gratinati, ma anche la rimozione della busta di plastica che precedentemente era posta attorno al prodotto, una scelta che si allinea con le strada sostenibile già intrapresa da Findus e che permetterà all’azienda di ridurre di circa 5.000 kg il consumo di plastica rispetto all’anno precedente. La nuova vaschetta dei Gratinati è composta per oltre il 95% da carta con una sottile laminazione in silicone, è utilizzabile nel microonde e può essere gettata direttamente nella raccolta della carta alla fine di ogni pasto.

red - 20075

EFA News - European Food Agency
Similar