It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Anticipo Pnrr: entro questa settimana i primi 24,9 miliardi di Euro all'Italia

Filiera Italia: “subito selezione progetti di vera transizione. No fotovoltaico a terra”

Con la firma dei due contratti, uno per i finanziamenti a fondo perduto e uno sui prestiti, Bruxelles trasferirà entro questa settimana i primi 24,9 miliardi di Euro al nostro paese, l’anticipo Pnrr che così entra nella fase operativa. “L’agroalimentare avrà un ruolo centrale in questo piano di ammodernamento del paese con un plafond teorico a cui attingere di circa 6,8 miliardi di Euro”, ricorda Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia e prosegue “Ma resta teorico, appunto, perché bisognerà dettagliare al più presto le modalità precise per rendere tali fondi concretamente accessibili alle aziende private ed alle loro supply chain, essendo le filiere le vere protagonista di questo strumento”. 

E ricorda ancora il consigliere delegato: “Con l'anticipo comincia il vero countdown che mette irreversibilmente in moto quel cronometro che porterà a perdere progressivamente risorse per tutti quei progetti che non riusciranno a presentare stati di avanzamento concreti con cadenza semestrale”. Secondo l'associazione altrettanto fondamentale per il settore agroalimentare “l’avanzamento di riforme vere della burocrazia e dei procedimenti autorizzativi, altrimenti nessun progetto avrà modo di essere realizzato nei ristretti tempi a disposizione”. 

E dice ancora il consigliere delegato: “la nostra filiera agroalimentare è pronta, non appena si apriranno operativamente gli sportelli necessari, ad avviare la realizzazione dei progetti elaborati che vanno dai contratti di filiera, al biometano, alla logistica agroalimentare”. Mentre sul fotovoltaico Filiera Italia chiede “divieti chiari e validi per l'intero territorio nazionale per bloccare la realizzazione di impianti sul suolo agricolo”. E conclude il consigliere delegato: “da questo momento ogni giorno di ritardo vorrà dire risorse perse”.

hef - 20443

EFA News - European Food Agency
Similar