It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Comellini: una new entry di Cibus 2021

EFA News intervista l'ad dell'azienda Luca Comellini

Anche Comellini, storico caseificio di Castel San Pietro Terme, è presente a Cibus 2021. Una new entry di quest'edizione della fiera internazionale, iniziata il 31 agosto e attiva a Parma fino al 3 settembre. L'azienda si trova presso lo stand B-038 del padiglione 2, che raggruppa le eccellenze del settore caseario. L'ad del caseificio Luca Comellini ed il suo staff accolgono gli ospiti e i visitatori con le specialità della tradizione emiliano-romagnola e italiana dei formaggi freschi.

Noi di EFA News, presenti a Cibus 2021 abbiamo incontrato e intervistato l'amministratore delegato dell'azienda.

Come mai avete scelto proprio il 2021 per partecipare a Cibus e cosa rappresenta la fiera per l'azienda?

"E' un'edizione un po' particolare perché rappresenta la ripresa e speriamo che sia così a 360 gradi. Qui presentiamo un rinnovo del brand. Abbiamo rivisitato i materiali di tutti i packaging per essere più attenti al discorso ambientale. Tutti i materiali plastici sono riciclabili al 100%. Abbiamo rivisitato anche l'identità grafica che richiama un po' i nostri territori d'origine quindi emiliano romagnoli al cento per cento. Abbiamo deciso di partecipare alla fiera perché volevamo prima di tutto presentarci con questa nuova grafica e incontrare anche i buyers esteri. Ci piacerebbe essere presenti non solo in Italia ma allargarci e portare la nostra offerta anche all'estero".

Con quali prodotti intendete presentarvi all'estero?

"Pensavamo di presentarci come prima cosa con lo squacquerone, il nostro prodotto di punta. E' un prodotto molto giovanile che si abbina bene agli aperitivi, perfetto per essere consumato con la piadina, ed è un cibo 'da compagnia'. Un prodotto che si adatta bene a questa ripresa post pandemia". 

Il caseificio come ha affrontato la crisi del 2020?

"Siamo stati abbastanza colpiti nell'area della ristorazione, perché alcuni dei nostri prodotti vengono utilizzati in questo settore. Sono molto consumati in riviera, quindi abbiamo risentito del calo 'del movimento', che tuttavia è stato compensato dalla grande distribuzione organizzata. Il consumo si è spostato dal ristorante a casa e il consumo domestico dei nostri prodotti è notevolmente aumentato. Diciamo che alla fine siamo riusciti a mantenere un buon livello di fatturato negli ultimi mesi del 2020". 

Come sono andati i primi mesi del 2021?

"Molto bene, abbiamo registrato un'ottima crescita e stiamo andando verso il +8%. Speriamo di riuscire ad ottenere dei contatti esteri e ovviamente rafforzare la nostra presenza in Italia. Questa fiera è anche un'occasione per riprendere i contatti fisici che si erano interrotti con dei nostri clienti storici".

hef - 20726

EFA News - European Food Agency
Similar