It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Prosek. "Incomprensibile il modo di agire della Commissione", secondo Filiera Italia

"Agisce sulla base di commi da leguleio contro uno dei prodotti che meglio esprime un'eccellenza fatta di qualità storia e territorio"

“Un’occasione persa”: così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, commenta la scelta della Commissione europea di dare il suo assenso alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue della domanda di registrazione della menzione tradizionale del vino locale croato, Prosek. È di questa estate infatti la notizia della battaglia intrapresa dalla Croazia per veder riconosciuta della tutela della menzione. Una richiesta che ha portato non poche critiche, soprattutto da parte del nostro Paese che si trova impegnato a difendere, contro la piaga dell’italian sounding, la sua produzione di eccellenza che nei primi 4 mesi del 2021 ha fatto registrare, nell’export, l'aumento record del 17%. 

“Incomprensibile il modo di agire di questa commissione - prosegue Scordamaglia - da un lato, con un'applicazione esasperata ed ideologica del green deal, rischia di distruggere la produzione europea a favore dei Paesi terzi e dall’altro agisce sulla base di commi da leguleio contro uno dei prodotti che meglio esprime un'eccellenza fatta di qualità storia e territorio”.

red - 20924

EFA News - European Food Agency
Similar