It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aquafil rileva il 32% della norvegese Nofir

L'azienda target è specializzata nella raccolta di reti da pesca da riciclare

Aquafil, uno dei principali attori, in Italia e nel mondo, nella produzione di fibre sintetiche, ha concluso l'acquisizione di una partecipazione rilevante (circa il 32%) del capitale sociale della norvegese Nofir, per presidiare l'approvvigionamento e l'efficientamento della filiera di raccolta dei rifiuti di nylon. Nofir, con sede a Bodo in Norvegia, è leader europeo nella raccolta e trattamento di reti per la pesca e per l'acquacultura giunte a fine vita. Dal 2011, ha raccolto oltre 48 mila tonnellate di reti in 20 paesi su 5 continenti, grazie ad un sistema avanzato di raccolta e tracciabilità di reti dismesse dall'industria della pesca e dell'itticoltura.

Il presidente e ad di Aquafil, Giulio Bonazzi, ha commentato: "Dopo l'acquisizione di Planet Recycling (Aquafil Carpet Collection) del dicembre 2020, l'investimento in Nofir, rappresenta un rafforzamento della strada intrapresa per il controllo a monte della catena di approvvigionamento". 

"Da oltre 10 anni Aquafil rappresenta un partner fondamentale per Nofir. Il loro ingresso nel capitale sociale di Nofir è cruciale nel proseguire il percorso volto a mantenere il nostro primato come uno dei principali attori nella raccolta e trattamento di reti per la pesca e per l'acquacultura in Norvegia e nel mondo", ha detto Oistein Aleksandersen, ceo di Nofir. 

Aquafil, fondata nel 1965, è uno dei principali produttori di nylon in Italia e nel mondo ed è un pioniere nella circular economy grazie anche al sistema di rigenerazione Econyl, un processo innovativo e sostenibile in grado di creare nuovi prodotti dai rifiuti, dando vita ad un ciclo infinito. 

red - 21425

EFA News - European Food Agency
Similar