It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Cibo del futuro, agricoltura e cosmetica: Ccbp al Sana 2018

L'ente certificatore è parte attiva al salone internazionale del biologico

In occasione del Sana 2018, il salone internazionale del biologico in programma dal 7 al 10 settembre a Bologna, CCPB, ente certificatole ufficiale, organizza tre convegni per discutere delle opportunità del settore del biologico, più che mai in crescita in questi anni. Insieme ad aziende, esperti e professionisti del settore CCPB affronterà i temi legati alla sostenibilità ambientale e all'importanza dei controlli declinati in campo alimentare e non.

Nell'ultimo anno i consumi del biologico sono aumentati del 10,5%: sempre più italiani fanno una abituale spesa di prodotti bio. Allo stesso tempo, aumentano le aziende certificate e le superfici coltivate con i metodi dell'agricoltura biologica. In questo scenario, CCPB, organismo di controllo e certificazione, propone una serie di convegni che affronteranno diversi temi, dal biologico come cibo del futuro alle nuove tecniche agricole sostenibili, fino ad arrivare alla cosmesi biologica e naturale.
Proprio l'Osservatorio SANA ci dice come circa il 90% delle famiglie italiane acquista biologico almeno una volta all'anno, e oltre il 25% tutte le settimane. Il mercato interno si attesta sui 3,5 miliardi di euro di fatturato, mentre l'export di prodotti biologici italiani arriva a 2 miliardi di euro. Oltre ai consumi crescono anche le aziende, che sono ormai 80.000, e le superfici coltivate: nel 2017 è stata superata la soglia dei 2 milioni di ettari e il 14,5% della superfice agricola italiana è bio.

Ormai il biologico è uno dei punti di forza dell'agroalimentare italiano, perciò la certificazione è un servizio di fondamentale importanza – dichiara Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB –. Il biologico, infatti, basa la sua forza non solo sulla qualità e salubrità degli alimenti, ma soprattutto sulla credibilità di prodotti garantiti. Chi certifica deve allora avere un livello di alta professionalità, competenza e autorevolezza per trasmettere questi valori al mercato e ai consumatori.

PROGRAMMA CONVEGNI

CCPB sarà presente sia nell’area food (padiglione 21, stand A55/B56), che nell’area cosmesi e benessere (padiglione 25, stand A61/B66).

  • Il futuro del cibo: il bio c'èVenerdì 7 settembre ore 10.30, Sala Bolero, blocco B. Quale sarà il futuro del cibo? Un argomento vasto, che in questo appuntamento affrontiamo parlando di agricoltura biologica, economia circolare, insetti, e tecnologie per la sostenibilità. Ne discutiamo con Alce Nero, Barilla, Coop Italia, Crea, Dalma Mangimi, Life Cycle Engineering, LIPITALIA2000, Skretting.
  • Il suolo in agricoltura biologica: biodiversità, fertilità, carbon sink - Venerdì 7 settembre ore 14.30, Sala Allegretto, centro servizi blocco C. Ancora una volta le strategie per il futuro dell’agricoltura sostenibile non possono che partire dal suolo. Come renderlo più ricco, più vario, più fertile e meno soggetto all’inquinamento umano sono le sfide dei prossimi decenni.
  • Dall’alimento al cosmetico biologicoSabato 8 settembre ore 11, Sala Melodia, centro servizi blocco B. Cosa lega il mondo del biologico alimentare e del cosmetico? Naturalmente la certificazione. Se in entrambi i settori la materia prima agricola è centrale, solo controlli e analisi in campo e in laboratorio, negli impianti di trasformazione e negli uffici, possono dare le giuste garanzie al mercato e ai consumatori. Il SANA da sempre abbraccia i due mondi favorendo l’incontro tra esperti e addetti ai lavori.
agu - 4405

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar

ConsumptionAlmost a fifth of all food and drink launches in Europe are organic

Europe is leading the way in terms of organic food and drink innovation

The total share of new global food and drink product launches with organic claims has risen from 6% to 10% between August 2009 and July 2019. Millennials (aged 25-34) and Gen Zs (aged 16-24) in France, Germany, Italy, Spain, and Poland, are the most likely to purchase organic food and drink and are also willing to pay more for these products. more