It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Il greenwashing ha il fiato corto

Seminario sulla comunicazione della sostenibilità a cura di Uif e Studio Lce

In un mercato sempre più esigente e attento alla sostenibilità, comunicare il proprio impegno e i risultati ottenuti è una condizione fondamentale per la competitività. Per ottenere un effettivo vantaggio non è sufficiente dichiarare al mondo le proprie azioni: occorre costruire un messaggio corretto e convincente, basato sui reali interessi dei nostri interlocutori. È stato proprio in quest’ottica che, nella giornata di ieri, 23 ottobre, presso il Bioparco di Roma, Unione Italiana Food, in collaborazione con Massimo Marino dello Studio Lce di Torino e Carlo Alberto Pratesi, docente dell'Università Roma Tre, ha organizzato un workshop dal titolo “Comunicare la sostenibilità – Evitando le trappole del greenwashing”.

La giornata, che ha coinvolto diverse aziende leader del settore alimentare ed in particolare i loro esperti di comunicazione, marketing e sostenibilità, ha visto l’approfondimento dei temi ambientali con un approccio innovativo, orientato alla creazione di valore attraverso soluzioni concrete. In questa occasione si è voluto fornire gli elementi che ogni azienda, nel rispetto delle proprie finalità e specificità, dovrebbe prendere in considerazione per creare una comunicazione efficace ed evitare il greenwashing. Il tutto con un occhio di riguardo al rapporto e al coinvolgimento degli stakeholder, infatti grazie all’intervento dei rappresentati di organizzazioni agricole, della GDO, del mondo giornalistico e delle associazioni ambientaliste, le aziende hanno avuto la possibilità di avere un confronto diretto.

agu - 9441

© EFA News - European Food Agency Srl