It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Ue, 30 milioni per l'ammasso privato di latte in polvere, burro e formaggi

Le vendite potranno essere dilazionate nel tempo fino alla ripresa

È notizia delle ultime ore lo stanziamento di 30 milioni di euro da destinare all’ammasso privato di latte in polvere, burro e formaggi, che l’esecutivo comunitario ha in cantiere come primo intervento per sostenere il settore.

È notizia delle ultime ore lo stanziamento di 30 milioni di euro da destinare all’ammasso privato di latte in polvere, burro e formaggi, che l’esecutivo comunitario ha in cantiere come primo intervento per sostenere il settore. “Fin dall’inizio della pandemia abbiamo chiesto alla Commissione e al governo interventi di mercato per sostenere le imprese lattiero casearie, che si trovano ad affrontare momenti particolarmente difficili – commenta il presidente di Assolatte Giuseppe Ambrosi –. Accogliamo quindi con favore l’iniziativa europea, e speriamo che sia il primo di un pacchetto di misure coerenti con l’evoluzione del mercato". 

Da oltre un mese, ricorda Assolatte, le imprese lattiero casearie lavorano in emergenza e si trovano di fronte a un panorama molto complesso, con prospettive difficili da interpretare. E lo è ancora di più per le piccole e medie imprese che hanno nei mercati di vicinanza e nel canale della ristorazione il proprio core business. Dall’inizio della crisi, quando è stato chiaro che il mercato si sarebbe confrontato con una eccedenza di latte, Assolatte ha avviato il dialogo con le autorità nazionali e le istituzioni europee per limitare i danni, chiedendo misure di mercato straordinarie: ammasso dei prodotti e incentivi alla riduzione della produzione. “Con un pacchetto da 30 milioni di euro - spiega Ambrosi - oggi la Commissione ha risposto al nostro appello: l’Italia potrà portare all’ammasso quasi 13.000 tonnellate di formaggi e cagliate, le cui vendite potranno così essere diluite nel tempo, sperando che presto il mercato riprenda i propri ritmi naturali". 

Il Commissario Wojciechowski ha anche comunicato che, con ogni probabilità, saranno consentite misure nazionali volte a contenere la produzione di latte. "C'è ancora molto da fare – termina Ambrosi –. Ci auguriamo che vengano messe a disposizione del settore le risorse del fondo di emergenza di 460 milioni di euro accantonato in Europa per reagire alle crisi”.

mtm - 11624

© EFA News - European Food Agency Srl