It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Sanpellegrino, cresce il valore condiviso

Presentato il nuovo report di sostenibilità

Sanpellegrino, azienda di riferimento in Italia nel settore delle acque minerali e delle bibite non alcoliche, con 1.440 dipendenti e prodotti esportati in oltre 150 Paesi nel mondo, ha presentato il nuovo Report di sostenibilità "The Future we Share" che illustra le attività sviluppate per prendersi cura dell’acqua, promuovere una crescita sostenibile e la creazione di valore condiviso, con le persone al centro del proprio operato. L’impegno del Gruppo parte dalla cura del territorio e da una gestione sostenibile dall’acqua, fonte di occupazione per le comunità locali che crea valore generando indotto e ricadute positive in chiave economica, ambientale e sociale. Grazie a una politica aziendale orientata alla creazione di valore condiviso, Sanpellegrino crea benefici tangibili che nel 2019 hanno generato un valore economico distribuito agli stakeholder pari a 924 milioni di euro, a fronte di un valore economico generato di 989 milioni di euro, in aumento rispetto ai 950 milioni di euro dell'anno precedente.

Le persone di Sanpellegrino hanno portato avanti il proprio lavoro con un impegno straordinario anche durante il lockdown imposto dall’emergenza Covid-19. Il Gruppo in questo periodo ha sospeso la maggior parte delle attività produttive tenendo attive solo quelle linee di imbottigliamento indispensabili a garantire la continuità del business, adottando, dove possibile, la modalità di lavoro agile. I dipenedenti hanno usufruito, inoltre, di un programma articolato di sostegno, implementato dal gruppo Nestlé in Italia, che ha messo a disposizione un supporto medico per ogni necessità legata all’emergenza sanitaria, un supporto psicologico per affrontare al meglio gli impatti emotivi della situazione e un supporto lavorativo per facilitare l’adattamento ai nuovi modi di lavorare. In questo contesto, il 95% delle persone ha valutato positivamente le misure a protezione della propria salute e l’89% ha affermato di aver lavorato in modo più efficace ed efficiente grazie allo smart working.

Il Gruppo ha un forte legame con le comunità in cui opera e si impegna attivamente nella valorizzazione economica e turistica delle aree dove sono presenti le fonti con progetti che rispondono a bisogni e aspettative concrete perché nascono da un processo di ascolto, condivisione e collaborazione con gli attori pubblici e privati del territorio. Un esempio tangibile dei risultati di questa politica di creazione di valore condiviso è l’indice LAI (Local Acceptability Index) che esprime il giudizio della comunità sull’azienda rispetto alla gestione dell’acqua, all’impatto sull’ambiente e allo sviluppo socio-economico. Nel 2019, il Local Acceptability Index ha visto un incremento sia per S.Pellegrino con un apprezzamento pari al 90%,  che per  Acqua Panna con un 87% e  Levissima con un 86%.

 In uno scenario senza precedenti, come quello delineato dall’emergenza Covid-19, Sanpellegrino ha avuto un ruolo attivo nella promozione di iniziative a sostegno delle comunità locali che sono state maggiormente colpite dalla pandemia. In particolare, ha stanziato 250.000 euro a favore dell’ATS di Bergamo per le attività sociosanitarie extra-ospedaliere sul territorio e a supporto degli operatori sanitari che hanno svolto attività di assistenza domiciliare nel bergamasco e in Val Brembana. Sono, inoltre, state fornite 10.000 mascherine e dispositivi di protezione individuale al personale sanitario territoriale e domiciliare della zona oltre alla fornitura di acqua nella zona a chi ha affrontato l’emergenza. 

Il sostegno è proseguito anche attraverso Levissima che ha sospeso i propri investimenti pubblicitari in tv per donare all’ATS della Montagna e all’ASST Valtellina e Alto Lario un contributo di 200.000 euro per supportare l’ospedale di Sondalo e le attività socio-sanitarie nei territori di Valdisotto, Valdidentro, Bormio, Sondalo, Livigno e Valfurva. Levissima ha garantito anche la fornitura di acqua ai pazienti e al personale di queste strutture e alla popolazione più fragile dell’Alta Valle.

(segue)

agu - 12875

EFA News - European Food Agency
Related
Similar