It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Bologna perde il re della mortadella

La scomparsa di Ivo Galletti, fondatore di Alcisa

Si sono svolti sabato 8 agosto a Piumazzo (MO) i funerali di Ivo Galletti, il fondatore di Alcisa mancato all'età di 100 anni, uno dei personaggi più significativi per l'immagine della mortadella e di Bologna. Galletti aveva fondato Alcisa nel 1953 producendo una mortadella con la ricetta ancor oggi chiamata "Due Torri". Negli anni Alcisa diventa un colosso anche nelle dimensioni del nuovo stabilimento di Zola Predosa, allargando poi la sfera di influenza anche al prosciutto crudo, acquisendo uno stabilimento a Langhirano e uno a San Daniele, le due patrie della coscia stagionata. 

Nel 1993 era stato nominato Cavaliere del Lavoro dall'allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Malgrado un'intera vita a Bologna, era rimasto legato a Piumazzo, nella Bassa modenese, dove non faceva mancare mai una mortadella da un quintale alla sagra. E al gruppo modenese Grandi Salumifici Italiani aveva ceduto l'azienda nel 2011.

"La scomparsa di Ivo Galletti, Cavaliere del lavoro e mitico ‘industriale della mortadella’ con l’Alcisa, proprietario del Ristorante dei Ristoranti, cioè del Diana, mi riempie il cuore di rimpianto e nostalgia". Così il senatore Pier Ferdinando Casini ricorda l’amico scomparso ieri. "Ivo – prosegue Casini – non è stato solo un amico, è stato molto di più. È stato Bologna, con i suoi pregi di bonomia, fedeltà alle radici, apertura verso il prossimo. Forse pochi sanno quante opere di beneficenza e volontariato Galletti ha sostenuto, sempre in silenzio e senza richiedere mostrine luccicanti. Bologna dovrà onorarlo come merita. Grazie Ivo: non ti dimenticheremo!".

red - 12951

EFA News - European Food Agency
Similar