It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Firmato Accordo Cina-Eu per la protezione delle eccellenze alimentari

100 prodotti di eccellenza 'inimitabili'

Firmato l'accordo per la protezione delle eccellenze alimentari tra Cina e Unione Europea. Era tempo che l'UE chiedeva alla Repubblica cinese dei passi avanti tangibili nelle relazioni con la potenza occidentale. Oggi è stata stilata una lista di 100 prodotti ed alimenti di eccellenza "inimitabili" in ogni parte del mondo. Un primo passo giudicato positivamente dagli europei in quanto rappresenta l'impegno reciproco assunto nei precedenti vertici bilaterali ad aderire alle norme internazionali come base per le relazioni commerciali.

Nella lista dei cento marchi inimitabili, ci sono anche 26 eccellenze italiane e 25 francesi. Il ‘made in Italy’ dunque rappresenta un quarto del patrimonio alimentare che la Cina sceglie di tutelare all'interno dei propri confini nazionali. Tra questi rientrano l'asiago, il gorgonzola, il grana padano, il pecorino romano e la mozzarella di bufala campana, il prosciutto di Parma, bresaola, il Bardolino, il Barbera, il Franciacorta e il Chianti. 

Janusz Wojciechowski, commissario per l'agricoltura ha dichiarato: "I prodotti con indicazioni geografiche europee sono rinomati per la loro qualità e diversità, è importante proteggerli a livello europeo e globale per garantirne l’autenticità e preservarne la reputazione”. In tal senso “questo accordo contribuirà a farlo, rafforzando al contempo le nostre relazioni commerciali, a vantaggio del nostro settore agroalimentare e dei consumatori di entrambe le parti". 

Dal suo canto, anche la Repubblica popolare è riuscita ad imporre sul mercato dell'Unione Europea, una lista di 100 prodotti "Made in China" che non potranno essere in alcun modo imitati e godranno di una tutela totale per plagio e frodi. Tra questi rientrano riso, caffè, the, spezie, frutta e verdura.

Prima che l'accordo possa entrare in vigore dovrà essere approvato dal Parlamento Europeo per poi essere ufficialmente adottato dal Consiglio. Si auspica che l'intesa possa scattare per l'inizio del 2021. 

hef - 13382

EFA News - European Food Agency
Similar