It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Diego Planeta: addio all'uomo del rinascimento siciliano del vino

Scomparso a 80 anni. Nel 2004 era stato nominato Cavaliere del lavoro

Ultimo saluto a Diego Planeta, uno padri fondatori dell'eccellenza del vino siciliano. L'uomo che riscoprì e reinterpretò il vino in Sicilia, è scomparso all'età di 80 anni dopo aver trascorso una vita all'insegna di passioni, ambizioni, viaggi e successi. Nato a Palermo nel 1940, nel 2004 Planeta riceve la nomina di Cavaliere del Lavoro da parte di Carlo Azeglio Ciampi. Per i suoi meriti in campo agricolo, l'università di Palermo gli ha conferito la laurea honoris in scienze agrarie. 

E' noto per aver interamente rinnovato la viticoltura dell'isola, e per avergli donato un volto internazionale, anche grazie alla collaborazione con il "re degli enologi", Giacomo Tachis. Fondò nel 1964 e divenne presidente della più grande cantina sociale siciliana, la "Settesoli" di Menfi, che vede la presenza di duemila soci, ciascuno dei quali coltiva il proprio vigneto per un totale di 6 mila ettari di vigna. 

Dal 1985 al 1992, Planeta ricoprì il ruolo di presidente dell'istituto regionale della vite e del vino. Oggi il suo patrimonio vinicolo (aziende e terreni), offre lavoro a 120 dipendenti, genera un fatturato di 12 milioni di euro all'anno e i suoi prodotti vengono distribuiti in oltre trenta paesi. Dagli originari vigneti di Melfi, piantati a metà degli anni 80, ne derivano eccellenze quali: il Cometa, il Burdese, lo Chardonnay, i due Segreta bianco e rosso. 

Diego Maggio, presidente dei "Paladini dei Vini di Sicilia", ha commentato così la scomparsa di Planeta: "L'intera Sicilia perde uno dei suoi paladini migliori. Rimane indelebile la sua impronta di artefice dei nuovi orizzonti qualitativi per l'isola vinicola più vocata del mondo". Anche l'assessore regionale all'agricoltura, Edy Bandiera, si è espresso dicendo: "Ci lascia l'uomo a cui il vino siciliano deve il suo rinascimento. Ha creato le condizioni perché le nuove generazioni tornassero all'agricoltura".

hef - 13503

EFA News - European Food Agency
Similar