It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Autochtona 2020: le etichette in lizza per gli award si degustano in sicurezza

Il 19 e 20 ottobre a Fiera Bolzano la 17esima edizione dell’appuntamento italiano con i vini da vitigni autoctoni

La pandemia non ferma Autochtona 2020 che si rinnova e, dal tradizionale premio dedicato agli espositori, fa nascere gli Autochtona Award, aperti a tutti i vignaioli degli autoctoni. Una delle manifestazioni più importanti del vino italiano torna il 19 e 20 ottobre a Fiera Bolzano e quest’anno, per garantire la sicurezza di produttori e visitatori, rinuncia alla tradizionale presenza dei vignaioli a presidio dei banchi di degustazione e punta sul premio, facendolo diventare un riconoscimento ancora più autorevole per le tipicità del Belpaese. Nell’ambito della 17esima edizione il pubblico, accreditato secondo le normative di sicurezza in vigore, potrà fare visita agli spazi espositivi trovandosi di fronte a un unico grande banco con accesso riservato e, su prenotazione, assaggiare i vini candidati agli Autochtona Award, in contemporanea a una giuria senza precedenti sia per numero che per qualità. 

Mario Busso (Vini Buoni d’Italia), Giuseppe Carrus (Gambero Rosso), Luca Gardini (Gardini Notes), Elio Ghisalberti (l’Espresso), Fabio Giavedoni (Slow Wine), Christine Mayr (Vitae-AIS), Alessandra Piubello (I Vini di Veronelli) e Riccardo Viscardi (Doctor Wine) sono i nomi dei degustatori delle guide ai vini italiani che faranno parte di una giuria internazionale che assegnerà i premi nelle categorie che compongono gli Autochtona Award.

Dopo le selezioni di lunedì 19 ottobre, rigorosamente alla cieca, martedì 20 i giurati degusteranno nuovamente i vini finalisti per assegnare gli Autochtona Award nelle storiche categorie che da sempre contraddistinguono questo premio: "Miglior Vino Bianco", "Miglior Vino Rosato", "Miglior Vino Rosso", "Migliori Bollicine", "Miglior Vino Dolce" ai quali si aggiungono le menzioni speciali tradizionalmente assegnate nell'ambito della manifestazione.

Torna inoltre Tasting Lagrein: culla storica della ricerca delle chicche degli autoctoni si conferma Bolzano. Il premio - organizzato in collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige - è infatti riservato ai vini prodotti con il vitigno autoctono a bacca rossa e decreterà il vincitore per ciascuna delle tre versioni "Rosé", "Classico" e "Riserva".

La giuria, che sarà composta anche da critici e wine writer internazionali, vedrà poi la partecipazione dei giornalisti ormai di casa a Bolzano come Leila Salimbeni (coordinatrice editoriale di Spirito diVino), Pierluigi Gorgoni (coordinatore degli Autochtona Award) e Alessandro Franceschini (segretario Autochtona Award).

Per partecipare a questo tasting seguire le istruzioni su www.autochtona.it 

agu - 13579

EFA News - European Food Agency
Similar