It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Riforma fitosanitario/2: l'Italia si allinea all'Europa

L’Abbate: testi unici allineano sistemi di controllo e eliminano duplicazioni

Avvenuta oggi, l'approvazione, da parte del consiglio dei ministri, della riforma del servizio fitosanitario nazionale. Le modifiche agiscono sulle modalità di intervento sulle emergenze fitosanitarie mediante l’elaborazione di specifici piani di emergenza, il rafforzamento dei controlli alle importazioni e alle produzioni interne, l’individuazione di una rete laboratoristica nazionale per la diagnosi, la modifica della struttura del passaporto delle piante, ma, soprattutto, attraverso una maggiore responsabilità a carico degli operatori professionali in un’ottica di tracciabilità totale.

“I cambiamenti climatici e la globalizzazione degli scambi commerciali impongono un approccio più armonizzato e proattivo per garantire lo stesso livello di protezione fitosanitaria in tutta l’Ue e condizioni di parità per i numerosi operatori e produttori commerciali dell’Unione", dichiara il sottosegretario alle politiche agricole con delega ai servizi fitosanitari, Giuseppe L’Abbate. "Per questo i nuovi regolamenti comunitari incrementano i controlli alle importazioni e alla circolazione dei vegetali e introducono strutture e procedure specifiche per una gestione più rapida ed efficace delle emergenze fitosanitarie e, inoltre, fissano i requisiti minimi delle strutture di controllo e dei laboratori nonché accrescono le responsabilità di tutte le parti coinvolte, in particolare le autorità competenti e gli operatori professionali". 

Il sottosegretario prosegue affermando che le realtà regionali del servizio fitosanitario sono oggi estremamente diversificate sia per strutture che per allocazione delle risorse umane e tecniche. "A fronte di questo scenario, oggi diamo concretezza ad un riordino ed una riorganizzazione che fa sì che si rendano celeri, efficienti ed efficaci gli interventi e le misure da attuare per fronteggiare le oltre venti emergenze fitosanitarie attualmente presenti sul territorio nazionale, tra le più note Xylella fastidiosa e Cimice asiatica". Infine l'Abbate sottolinea come i testi unici approvati costituiscono la base normativa che, oltre ad allineare i sistemi di controllo specifici di determinati settori al sistema di controllo fitosanitario, permettono di eliminare ogni duplicazione sia nelle procedure amministrative sia nei controlli, con indubbio beneficio per gli operatori che per l’intero sistema agricolo nazionale.

hef - 14423

EFA News - European Food Agency
Related
Similar