It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Un panettone più buono a Milano

Pasticceria Giacomo sostiene la Fondazione Gaetano e Mafalda Luce

Realizzati secondo l’antica ricetta di famiglia, i panettoni di Giacomo sono il simbolo del Natale meneghino: una tradizione che si rinnova di volta in volta e che, quest’anno, acquista un doppio valore. Una parte dei proventi ricavati dalla vendita verrà devoluto al centro Mafalda Luce, dedicato al trattamento dell’autismo nell’infanzia e nell’adolescenza.

Inaugurato da oltre diciassette anni, il centro di via Rucellai a Milano è stato creato dalla fondazione Gaetano e Mafalda Luce, ente senza scopo di lucro, al fine di migliorare la qualità di vita di bambini, adolescenti e adulti con disturbi pervasivi dello sviluppo e delle loro famiglie. Un motivo in più per portare sulle tavole delle feste il tipico dolce milanese e per ritrovare il gusto delle cose buone "fatte come una volta". Il panettone di Giacomo interpreta la tradizione culinaria italiana: l’impasto, a lunga lievitazione (20h), è amalgamato con materie prime quali uova fresche, scorza d’arancia della Sicilia, uvetta australiana, cubetti di cedro, e non contiene conservanti.

Un prodotto artigianale che Elena e Giulia Monti, nipoti di Giacomo Bulleri, propongono nella loro pasticceria, insieme ad altri “lievitati” come: il panettone Gianduja, la Veneziana e la variante all’albicocca, oltre al classico pandoro, nella versione da 1 Kg. La pasticceria continuerà anche quest’anno la sua collaborazione con l’associazione panettone sospeso per raccogliere panettoni da donare per Natale ai bisognosi della città meneghina.

hef - 14673

EFA News - European Food Agency
Similar