It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Smart working: occhio al menu

Un libro di consigli della nutrizionista Martina Toschi

Programmazione e gratificazione nutrizionale: sono i segreti per mangiare sano in smart working. È quanto suggerito da Martina Toschi, biologa nutrizionista e autrice insieme ad altri colleghi de “La sana quarantena” per la casa editrice Tecniche Nuove. E Citterio, storica azienda di salumeria italiana, fa propri e rilancia i suggerimenti per mantenere una corretta nutrizione anche quando si lavora da casa, “L’odierna situazione ci ha costretti a svolgere molti lavori da casa, riducendo notevolmente gli spostamenti e le interazioni. Il tempo risparmiato in linea teorica potrebbe essere finalmente dedicato alla preparazione dei pranzi e delle cene, ma, in realtà, si finisce per lavorare di più e trascurare maggiormente la nostra alimentazione. Quindi per mangiare sano in smart working la prima regola da seguire è sapersi organizzare”, commenta Toschi.

La nutrizionista spiega che programmare i pasti e seguire uno schema settimanale permette di creare piatti gustosi, leggeri e completi per assicurarci un buon rendimento lavorativo evitando il letargo pomeridiano e rimanendo in forma. Il concetto base di una corretta nutrizione è rappresentato da un piatto unico a pranzo e una porzione proteica a cena, alternando gli alimenti giorno dopo giorno e variando con cereali integrali e verdure di stagione. Citterio ha ampliato la propria offerta con alcune referenze a ridotto contenuto di grassi e con pochi, semplici e selezionati ingredienti, offrendoli anche in piccoli formati, come la linea delle Sofficette e quella de La Merenda.

Toschi sottolinea come la gratificazione nutrizionale evita durante il giorno di sfogare tensioni e stress compensando con alimenti sbagliati fuori pasto. Sulla base di queste indicazioni gli chef Citterio hanno cercato di creare un menù equilibrato, ma che sappia gratificare il palato. Il menù dello smart worker è composto da una portata principale a cui si alternano cereali e verdure, accompagnati da frutta e tanta acqua. Ideali per questi pranzi sono gli affettati, come lo speck Alto Adige Igp, prodotto a partire da una selezione delle migliori cosce suine con l’aggiunta di spezie, affumicato con legno di faggio e stagionato all’aria fresca delle valli sudtirolesi. Il prosciutto cotto, alta qualità con solo il 3% di grassi, lentamente cotto al vapore, dal colore rosa vivo e dal sapore delicato. Il petto di pollo e il petto di tacchino, da petto intero selezionato, 100% italiano, una ricetta semplice e lenta cottura al forno. La bresaola della valtellina Igp insaporita con aromi naturali e maturata naturalmente, dal colore rosso e dal gusto dolce, con un alto valore nutritivo e solo il 2% di grassi. 

In allegato le ricette del menu dello smart worker.

Attachments
hef - 14837

EFA News - European Food Agency
Similar