It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Turchia-Cina: raggiunto accordo sul commercio di carne di pollo

Gedik Piliç, prima azienda a prendere parte all'esportazione

A seguito di negoziati bilaterali durati circa 10 anni, Turchia e Cina hanno raggiunto un accordo sul futuro commercio di carne di pollo. A breve partiranno dalla Turchia le prime esportazioni di zampe di pollo, dirette in Cina. Ciò andrà a vantaggio del settore del pollame turco per un valore di 20 milioni di dollari. Secondo l'associazione nazionale del pollame, Besd-Bir, in passato, circa 52.000 tonnellate (mt) di zampe di pollo turche erano state importate in Cina attraverso vie indirette, generando un fatturato di 45-50 milioni di dollari. Tuttavia, il valore del commercio diretto è stimato intorno ai 70 milioni di dollari.

Il ministro dell'agricoltura Bekir Pakdemirli ha descritto l'accordo con la Cina come un “passo importante” per il settore avicolo turco. Secondo il rapporto, l'accordo è stato raggiunto dopo che le aziende turche si sono conformate a standard rigorosi come quelli di sicurezza alimentare. Gedik Piliç sarà la prima azienda a prendere parte all'esportazione; allo stesso tempo circa altre 40 aziende hanno chiesto alle autorità cinesi una licenza di esportazione. L'Associazione prevede che in futuro altri prodotti avicoli saranno introdotti nel commercio estero cinese. 

Per i primi nove mesi del 2020, il valore delle esportazioni di carne di pollame da parte della Turchia è sceso a 382 milioni di dollari. Secondo l'agenzia Anadolu, si è trattato di un calo dell'11% su base annua. Le esportazioni di uova sono diminuite di valore da 222 milioni di dollari a 169 milioni di dollari nello stesso periodo. Tra il 2017 e il 2018, la Turchia ha aumentato in modo significativo le esportazioni di tutti i prodotti a base di pollame, secondo i dati della FaOstat, braccio statistico dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.

Per il pollo in scatola, le ultime cifre stimate sono 24.300mt (26,3 milioni di dollari Usa), in aumento rispetto ai 16.300mt (26,3 milioni di dollari Usa) nel 2017. In confronto, le esportazioni di carne di tacchino turco sono modeste: i 9.760 milioni esportati nel 2018 sono stati valutati a 14,1 milioni di dollari Usa. Se da un lato la Turchia vende piccoli volumi di ovoprodotti, sia secchi che liquidi, all'estero, negli ultimi anni il paese ha esportato quantità significative di uova in guscio. Nel 2018, si stima che i 361.000mt esportati abbiano contribuito con 430 milioni di dollari all'economia turca.

hef - 14859

EFA News - European Food Agency
Similar