It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Centri commerciali, si allarga il fronte pro riaperture

Assoimmobiliare a fianco del Cncc: "Rammarico per il nuovo Dpcm"

Confindustria Assoimmobiliare si schiera al fianco del consiglio nazionale dei centri commerciali. L'associazione dell’industria immobiliare si unisce all’appello rivolto al governo dalle principali associazioni di imprese per la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana già a partire da dicembre. “Apprendiamo con rammarico che il nuovo dpcm non prevede la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana e nei giorni festivi - spiega Silvia Rovere, presidente di Confindustria Assoimmobiliare - Non consentire ai cittadini di accedere ai negozi all’interno dei centri e delle gallerie commerciali avrà un impatto molto grave sull’intero comparto del commercio, con evidenti implicazioni anche in tema di sicurezza, perché inevitabilmente si andranno a creare assembramenti nelle vie delle città e nei centri storici, dove non è possibile garantire lo stesso livello di controllo e di tutela ad oggi presente all’interno dei centri commerciali, grazie all’applicazione di tutte le norme anti-Covid necessarie. Ricordiamo inoltre - prosegue Rovere – che gli immobili dove si svolgono queste attività commerciali dovranno comunque sostenere una serie di costi fissi considerevoli, legati all’energia e alla sanificazione oltre che al mantenimento della sicurezza. Senza contare - dice ancora il presidente Assoimmobiliare - il tema degli affitti e delle imposte patrimoniali, nonostante la significativa riduzione degli introiti causata dalle chiusure imposte per decreto, fattore che non ha impedito agli operatori di impegnarsi in investimenti ingenti per il recepimento delle misure anti-contagio. Se il governo - conclude Rovere - conferma questo provvedimento, assisteremo inevitabilmente a un grave impatto su tutte le filiere merceologiche e produttive, legate ai beni venduti nei centri commerciali, con conseguenze che stimiamo impossibili da ristorare anche dal punto di vista dei livelli occupazionali”.

fca - 15288

EFA News - European Food Agency
Similar