It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Libia, liberi i pescatori italiani dopo 108 giorni di sequestro

Alleanza cooperative: "Ora diplomazia lavori per gettare basi per una pesca in sicurezza"

Sono stati liberati i pescatori di Mazara del Vallo, dopo 107 giorni di prigionia in Libia. A dare la notizia sono stati il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il ministro degli esteri Luigi Di Maio che sono volati stamattina il Libia per il passo decisivo che darà la libertà ai 18 pescatori chiusi in cella dal primo settembre. "Grazie all'Aise (intelligence esterna) e a tutto il corpo diplomatico che hanno lavorato per riportarli a casa. Un abbraccio a tutta la comunità di Mazara del Vallo. Il Governo continua a sostenere con fermezza il processo di stabilizzazione della Libia. È ciò che io e il presidente Giuseppe Conte abbiamo ribadito oggi stesso ad Haftar, durante il nostro colloquio a Bengasi", lo scrive su Facebook il ministro Di Maio.
Anche l’Alleanza delle cooperative esprime soddisfazione per la liberazione dei pescatori italiani detenuti in Libia da più di cento giorni. "Finalmente una bella notizia, attesa da tempo non solo dalle famiglie dei pescatori siciliani ma dalla grande famiglia della pesca italiana. I nostri appelli sono stati accolti", dichiara l’Alleanza. "Oggi è un giorno di festa, ma da domani occorre che la diplomazia lavori per gettare le basi per poter pescare in sicurezza in alcune aree sensibili come la Libia, ma anche la Somalia ed evitare che gli equipaggi debbano esporsi a rischi quotidiani per poter lavorare", conclude l’Alleanza.

hef - 15629

EFA News - European Food Agency
Related
Similar