It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Più horeca e foodservice nel futuro di Spreafico

Intervista esclusiva col marketing manager Mattia Menni

Spreafico chiude positivamente un anno sfidante e continua a investire in produzione, comunicazione e consolidamento di alcuni rami di business.

In questi giorni sta tornando sugli scaffali Tango Fruit, il marchio di mandarini senza semi per cui Spreafico è distributore in esclusiva per l'Italia (vedi articolo di EFA News dell'8/1/2021). Ma nei piani dell'azienda di Dolzago c'è anche molto altro, come frutti rossi e frutta esotica, destinati ad avere un ruolo da protagonisti nel carrello della spesa degli italiani. Mattia Menni, marketing manager dell'azienda svela a EfaNews le sue linee di sviluppo per il prossimo futuro.

Come si è chiuso il 2020 di Spreafico?

Il 2020 ha portato con sé diverse sfide ma Spreafico le ha affrontate nel migliore dei modi, grazie all’organizzazione dell’azienda e all’impegno dei suoi collaboratori. Per noi è stato un anno importante: abbiamo rilanciato il brand Spreafico e la sua immagine, identificandola con la nostra storia e approfondendo i nostri valori.

Quali prodotti hanno dato le maggiori soddisfazioni?

Quest’anno i consumatori hanno preferito acquisti più “semplici” e quelli associati all’idea di salute e benessere: i prodotti che hanno avuto più successo sono stati quelli di I gamma - come, ad esempio, le mele - e quelli ad alto contenuto di vitamina C, come agrumi e kiwi.

Su quali progetti vi concentrerete per il 2021 e quale budget avete destinato allo sviluppo?

Spreafico sta investendo sul marchio di mandarini Tango Fruit; si tratta di un progetto già avviato e la nostra azienda, per il secondo anno consecutivo, ne sviluppa la distribuzione in esclusiva sul mercato italiano. Nell’ottica di rafforzare la nostra filiera integrata, inoltre, stiamo investendo per potenziare ulteriormente la produzione italiana: abbiamo acquisito la licenza per 100 ettari, che pianteremo nei prossimi 3 anni. Un altro progetto riguarda i frutti rossi, una categoria che in altre nazioni ha già avuto boom e che in Italia è in crescita. Noi siamo già concentrati sulla produzione, in collaborazione con più di 60 produttori italiani, lavorando per il controllo della nostra filiera e per poter offrire le migliori varietà. Infine, rilanceremo èSquisita!, marchio dedicato alla frutta esotica, avvicinandolo all’identità di Spreafico, cercando di renderlo sempre più dinamico, come è il mondo dell’esotico oggi.

Avete intenzione di espandere i mercati e i canali?

Spreafico punterà a rafforzare il canale dell’Ho.Re.Ca e del Food service, in quest’ultimo caso consolidando la Business Unit dedicata e contrattualizzando il rapporto attraverso società specializzate nel consumo fuori casa che necessitano di un servizio di consegna capillare e dedicato.

Quali campagne di comunicazione avete pianificato?

Per il 2021 abbiamo già pianificato alcune importanti campagne di comunicazione legate ai nostri brand. La prima, avviata alla fine dell'anno scorso, è dedicata ad Angys, la Regina delle Pere: coltivata al 100% in Italia in modo sostenibile senza subire trattamenti post-raccolta, si conserva naturalmente per mesi ed è sempre freschissima. Un'altra importante campagna appena avviata coinvolge il mandarino Tango Fruit ed è incentrata sulle peculiarità che lo rendono unico: la sua elevata qualità, le sue caratteristiche organolettiche uniche, l’elevato contenuto di vitamina C e il carattere sostenibile e Bee Friendly.

mtm - 16072

EFA News - European Food Agency
Similar