It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nescafé punta al 100% di caffè "sostenibile" entro il 2025

Tra gli obiettivi: aumentare il benessere delle comunità rurali

Nescafé ha comunicato i suoi piani per ottenere il 100% di caffè da fonti sostenibili entro il 2025. Un obiettivo superiore rispetto alla soglia attuale del 75% di caffè "sostenibile" utilizzato nei prodotti dell'azienda. Garantire un approvvigionamento responsabile, significa identificare un gruppo di agricoltori specifico e verificato o certificato da organizzazioni indipendenti. Nescafé si è inoltre impegnata a ridurre ed eliminare le emissioni di anidride carbonica nella sua produzione. L'azienda afferma che utilizzerà anche imballaggi eco-compatibili nell'ottica di soddisfare l'impegno di Nestlé sul packging del 2025 e la sua ambizione allo zero netto entro il 2050 (vedi articolo EFA News del 3-12-20).

L'impegno si basa sul piano Nescafé, ed ha obiettivi come: migliorare i salari degli agricoltori, ridurre l'impatto ambientale delle piantagioni di caffè e delle fabbriche, e aumentare il benessere nelle comunità rurali in paesi come il Brasile, Colombia, Kenya e Filippine. Dalla sua implementazione nel 2010, Nestlé ha investito un totale di 350 milioni di Chf (395 milioni di dollari) nel piano, ha distribuito 235 milioni di piantine di caffè ad alto rendimento e resistenti alle malattie e ha contribuito alla ristrutturazione di quasi 120.000 ettari di piantagioni di caffè in tutto il mondo. Come parte dei suoi risultati, l'azienda afferma di aver tenuto più di 900.000 sessioni di formazione per agricoltori sulle buone pratiche agricole e di aver trasmesso il concetto di "autorità" a più di 10.000 donne e giovani agricoltori attraverso programmi di leadership.

Philipp Navratil, vicepresidente senior, capo della Business unit strategica delle bevande, ha dichiarato: “Insieme ai nostri partner e ai 230 agronomi di Nescafé, abbiamo migliorato l'efficienza e le pratiche agricole nelle fattorie, consentendo agli agricoltori di ottenere un prezzo superiore per il caffè coltivato in modo sostenibile. Abbiamo diversificato le fonti di reddito degli agricoltori per ridurre la loro dipendenza dalle monocolture e per renderle più resilienti. Non ci fermeremo qui. I nostri programmi si evolveranno verso migliori condizioni sociali all'interno e intorno alle coltivazioni di caffè. Raddoppieremo i nostri sforzi sui diritti dei lavoratori, sulla protezione dei bambini, sull'emancipazione dei giovani e delle donne".

hef - 16405

EFA News - European Food Agency
Similar