It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nestlé cresce nel 2020 su base organica

Fatturato e utili in calo per effetto cessioni e cambi

Pesano le cessioni su Nestlé, ma la multinazionale nel 2020 ha registrato un netto aumento delle vendite su base organica (al netto di acquisizioni, cessioni e effetti valutari), spinte soprattutto da quelle dei prodotti per animali domestici, la cui crescita al 3,6% - fanno sapere da Vevey - registra "il livello più alto degli ultimi cinque anni". Un +3,4% è dovuto all'aumento dei volumi di vendita e l'altro +0,2% è da attribuire ad incrementi di prezzo. A spingere gli affari sono stati soprattutto il forte dinamismo in Nord e Sudamerica, gli alimenti per animali da compagnia e prodotti per la salute. 

Tornando ai risultati, il gruppo alimentare svizzero ha visto gli utili in calo del 3% nel 2020, a 12,2 miliardi di franchi svizzeri (11,2 miliardi di euro), a causa del calo delle vendite e degli effetti valutari negativi. Il fatturato, infatti, è sceso dell'8,9% rispetto all'anno precedente, a 84,3 miliardi di franchi. Ciò, spiega il gruppo, anche per via della cessione di parti della società, che hanno ridotto il giro d'affari del 4,6%, e del rafforzamento del franco (i cambi hanno pesato per il 7,9%). Nestlé negli scorsi mesi ha ceduto, ad esempio, i suoi business legati alla cura della pelle, ai gelati negli Stati Uniti e ai salumi Herta.

Bene anche i latticini e il caffè; mentre è ancora calata la divisione acqua, a causa della chiusura di alberghi e ristoranti per la pandemia. Nel dettaglio, per categoria di prodotto, il maggior contributo alla crescita è stato Purina PetCare e i suoi marchi premium Purina Pro Plan, Purina ONE e Felix. I prodotti lattiero-caseari hanno registrato un'elevata crescita a una cifra, basata sull'aumento della domanda di prodotti da forno fatti in casa e del latte a prezzi accessibili. Il caffè ha registrato una crescita media a una cifra, spinta dalla forte domanda dei consumatori per i prodotti Starbucks, Nespresso e Nescafé. Le vendite dei prodotti Starbucks hanno raggiunto 2,7 miliardi di franchi, generando vendite incrementali di oltre 400 milioni di franchi nel 2020. Piatti preparati e coadiuvanti di cucina hanno registrato una crescita media a una cifra, con un forte slancio nella maggior parte delle categorie durante le chiusure. L'offerta alimentare vegetariana e vegetale ha continuato a registrare una forte crescita a due cifre, nonostante la riduzione della domanda nei canali fuori casa a causa della pandemia. Le vendite in Nestlé Health Science sono cresciute a un ritmo a due cifre, riflettendo una maggiore domanda di prodotti che supportano la salute e il sistema immunitario. In leggero calo il settore dolciario, con una minore domanda di prodotti da regalo e di impulso.

Boom dell'e-commerce, con vendite cresciute del 48,4%, raggiungendo il 12,8% del totale del Gruppo. Caffè, Purina PetCare e Nutrition & Health Science sono stati i principali driver alla crescita, con un forte slancio in tutte le altre categorie.

 Il gruppo prevede un continuo miglioramento della crescita organica e della redditività. Per quanto riguarda l'esercizio in corso, è prevista "una crescita organica attorno al 5% nelle vendite". Il consiglio di amministrazione proporrà un dividendo di 2,75 franchi per azione, con un aumento di 5 centesimi, all'assemblea generale annuale prevista per il 15 aprile. 

gva - 17124

EFA News - European Food Agency
Similar