It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Igd (centri commerciali), resiste nell'anno più difficile della storia del Gruppo

Scontrino medio registra +17%; vendite superiori al 2019 del +0,3%

Il consiglio di amministrazione di Igd (Immobiliare Grande Distribuzione) SIIQ Spa, riunitosi sotto la presidenza di Elio Gasperoni, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2020. L’amministratore delegato, Claudio Albertini ha dichiarato: “Il 2020 è stato sicuramente l’anno più difficile della storia del Gruppo, con pesanti ripercussioni della pandemia sul settore retail e di conseguenza sulle property company come la nostra. Non siamo però rimasti inermi di fronte alla situazione, anzi, con ancora maggior determinazione abbiamo lavorato su tutti i fronti. Abbiamo portato avanti una puntuale e capillare attività commerciale con i tenants, fornendo loro soluzioni di supporto che hanno consentito di mantenere un alto livello di occupancy e di incassato. Abbiamo inoltre voluto confermare nei fatti una struttura finanziaria allineata al profilo investment grade, salvaguardando i cash flow e conservando le risorse per coprire le esigenze finanziarie del 2021. A questo proposito, la procedura avviata di dismissione di un portafoglio di iper e super stand alone consentirà di dotare la società di risorse finanziarie per ridurre significativamente il Ltv".

Il bilancio conferma l’apprezzamento del format Igd: nei periodi di allentamento delle restrizioni, lo scontrino medio si è attestato a +17%; le vendite operatori si sono rilevate superiori al 2019 del +0,3%. In merito al fatturato netto 2020: in Italia c. 91%; in Romania c. 94%. La financial occupancy si è mantenuta su livelli elevati: Italia 94,3%; Romania 93,6%. I ricavi locativi netti sono stati di 109,5 milioni di Euro (-19,8%). Il risultato netto ricorrente (Ffo) si è attestato a 59,3 milioni di Euro (-28,8%). Entrambi includono 18,5 milioni di Euro di impatti diretti netti da Covid-192 , per c. 1,7 mensilità di canoni concesse, interamente spesati nell’anno. Il bilancio riporta una disponibilità di cassa a fine periodo pari a c. 117 milioni di Euro, oltre a linee di credito committed per 60 milioni di Euro e non committed per c. 151 milioni di Euro. Nell’ottica di consolidare la struttura finanziaria e il profilo investment grade e, in considerazione del mancato obbligo di distribuzione conseguente al risultato d’esercizio negativo, il CdA ha proposto all’assemblea di non erogare dividendi per l’anno 2020. E' stato, infine, conferito l'incarico a Cbre, primario advisor internazionale, per la cessione di un portafoglio di ipermercati/supermercati stand alone per circa 185 milioni di Euro.

hef - 17302

EFA News - European Food Agency
Similar