It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Carne e latticini: l'Ungheria prevede rincari nel 2021

In aumento i mangimi ma anche il packaging di produzione estera

In linea con la tendenza mondiale dell’aumento dei prezzi dei mangimi, di circa il 30-50%, anche in Ungheria gli allevatori locali devono affrontare delle difficoltà. Seguendo il trend che vede (e prevede) rincari sempre maggiori appunto sui mangimi, nei prossimi mesi ci si aspetta un aumento significativo anche dei prezzi al consumo di prodotti come carne e latticini. Inoltre, a causa della debolezza del fiorino che oscilla ormai tra i 355-365 Euro, anche i prodotti da imballaggio provenienti dall’estero costeranno di piú. 

L’Associazione Nazionale dei Produttori di latticini ungherese ha annunciato che quest'anno si prevede un lento ma costante aumento di prezzi. Rincaro che si rifletterà sulla popolazione in maniera incisiva: secondo i dati pubblicati dal Centro di Statistiche ungherese (KSH) infatti, escludendo la carne attualmente una famiglia locale di tre persone acquista latticini per circa 130.000 fiorini l'anno (circa 360 Euro). Ne dà notizia oggi Ice su fonti di stampa locali. 

NDub - 17569

EFA News - European Food Agency
Similar