It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Eataly perde il 30% del fatturato nell'anno della pandemia

E in Italia chiude (temporaneamente?) la sede di Bari

Eataly chiude il 2020 con un fatturato in calo di circa il 30 per cento. Il dato emerge dalla Lettera agli azionisti di Tamburi Investment Partners (Tip), la holding di investimenti socia con circa il 20% del gruppo controllato dalla famiglia Farinetti. "Eataly — recita a lettera — per i pesantissimi vincoli all’attività di ristorazione riscontrati in tutto il mondo, ha sofferto. La parte mercato, costantemente aperta al pubblico e l’attività online hanno contrastato i cali di fatturato, ma solo parzialmente, dato che circa la metà delle vendite di Eataly nel mondo è costituita dalla ristorazione. Il fatturato consolidato ha perso meno del 30% e la maggior sofferenza sui margini si riscontra negli Usa". Tip ricorda che «nel corso del 2020 i soci hanno, come già previsto, sottoscritto una prima parte di aumento di capitale e nel 2021 è previsto il saldo".

Intanto in Italia la location di Bari è stata chiusa ("temporaneamente", si legge sul sito) dal 22 marzo. Preoccupati i sindacati: "Nei giorni scorsi abbiamo avuto una comunicazione soltanto verbale via telefono - dice Marco Dell’Anna, segretario regionale di Uiltucs Puglia - che il negozio avrebbe chiuso sino al 6 aprile. I lavoratori sono in Fis (fondo di integrazione salariale, l’equivalente della cassa integrazione) a zero ore. Il che implica una decurtazione pesante delle retribuzioni. Ora vogliamo avere un incontro per sapere quali sono le motivazioni reali della chiusura e soprattutto quali sono le prospettive. Siamo perplessi e molto preoccupati". A Bari, Eataly dà lavoro a circa 40 persone.

agu - 17863

EFA News - European Food Agency
Similar