It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Unigrains e Invitalia investono in Frigomeccanica

La famiglia Di Serafino mantiene quota di minoranza e gestione

I fondi Agroalimentare Italiano I (controllato dalla francese Unigrains),e Cresci al Sud (Invitalia) hanno rilevato il 70% (35% ciascuna) di Frigomeccanica, leader italiano nelle attrezzature frigorifere, nei mobili e nei componenti tecnologici per gelaterie, caffè, pasticceria, negozi al dettaglio e aree food court. A vendere è stata la famiglia Di Serafino, che ha reinvestito, mantenendo una quota del 30% e continuerà a guidare l’azienda.

Frigomeccanica, fondata nel 1973, ha mantenuto negli anni un costante focus sulla ricerca tecnologica e sull’innovazione stilistica per rivolgersi al mercato della refrigerazione commerciale, offrendo una gamma ampia e di alta qualità di espositori, banchi, vetrine reach-in e altre attrezzature. La società oggi è guidata da Enzo di Serafino, figlio di uno dei fondatori, e opera su 3 stabilimenti all’avanguardia per una superficie totale di 42.000 mq nel sud e centro Italia. Nel 2020 il gruppo, con sede a Mosciano S. Angelo (Teramo), ha impiegato 155 persone con un fatturato di oltre 20 milioni di euro, di cui oltre il 20% dall’estero. L’offerta della società è focalizzata su clienti del settore retail ed HoReCa con una gamma completa di soluzioni, tipiche del made in Italy, sotto 6 marchi principali tra cui: Frigomeccanica, marchio principale con una gamma completa di vetrine gelateria e pasticceria, vetrine panetteria e vendita al dettaglio, arredi eleganti ed esclusivi per il bar nonché per il small retail e l’HoReCa; Stiltek, dedicata ai semilavorati per attrezzature per arredo bar; Officine 900, offre soluzioni d’arredo su misura per bar, panetterie e pasticceria; Sifa, focalizzato sul mondo degli arredi per i panificati e della pasticceria; R&C System, componenti refrigerati da incasso; Arredamenti DeBlasi, arredo bar e vetrine gelati.

Obiettivo dell'investimento dei fondi è il sostenere lo sviluppo di Frigomeccanica lungo tre assi principali: crescita organica con l’ampliamento della rete di vendita nel Nord Italia; internazionalizzazione in paesi specifici con importante cultura gelatiera; opportunità di crescita esterna per ampliare la gamma di prodotti.

Enzo di Serafino, ceo di Frigomeccanica, ha dichiarato: “Questa operazione rappresenta una tappa importante sia per Frigomeccanica che per la nostra famiglia nel passaggio ad un’ulteriore generazione. Il supporto finanziario e strategico di questi due investitori specializzati e altamente complementari consentirà alla nostra azienda di iniziare una nuova fase di crescita attraverso l’espansione geografica, l’innovazione di prodotto ed un’offerta adattata e flessibile per soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti“.

Secondo Francesco Orazi, gestore del Fondo Agroalimentare Italiano, “attraverso la nostra competenza e un’ampia rete di contatti nel settore agroalimentare italiano saremo particolarmente attivi nel supportare lo sviluppo di nuove relazioni commerciali, nonché l’approvvigionamento e l’analisi di potenziali opportunità di crescita esterna in quello che resta un mercato frammentato”.

Antonio Riccio, Gestore del Fondo Cresci al Sud, ha aggiunto: “Siamo lieti di annunciare la prima operazione del Fondo Cresci al Sud: Frigomeccanica è un perfetto esempio delle promettenti PMI del Sud Italia che è nostra missione sostenere. I prodotti di alta qualità dell'azienda con una costante attenzione allo stile e all'innovazione contribuiscono al valore aggiunto e al riconoscimento internazionale del marchio "made in Italy". Siamo felici di collaborare con il Fondo Agroalimentare Italiano I e la famiglia Di Serafino”. Il fondo, istituito dalla Legge di Bilancio 2020 ha attualmente con una dote complessiva di 250 milioni di euro.

agu - 18200

EFA News - European Food Agency
Similar