It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Investimenti esteri: decolla la cabina di regia governativa

Scordamaglia (Filiera Italia): "Serve advisory board di esperti per applicare la Golden Power"

Filiera Italia esprime soddisfazione per l'opera di razionalizzazione ed efficientazione che la Cabina di regia per l'internazionalizzazione - organismo presieduto dai ministri Di Maio e Giorgetti e che si è riunito ieri in sessione straordinaria - e i ministeri competenti stanno portando avanti e di cui già sono visibili i primi risultati. “Tema non semplice quello degli investimenti esteri”, ha detto Luigi Scordamaglia consigliere delegato di Filiera Italia. Particolarmente apprezzato il documento che mette mano in maniera comprensiva a tutti gli aspetti legati al tema: “Bene che siano previsti meno strumenti ma più integrati - ha aggiunto - bene che non vi siano sovrapposizioni ma sinergie fra gli enti (es ICE/Invitalia), bene che si prevedano più risorse umane e più squalificate, bene il rafforzamento il ruolo di Cassa Depositi e prestiti soprattutto come anchor investor, bene il potenziamento dei contratti di sviluppo a cui aggiungere quelli di filiera, tanto usati nel nostro settore”.

“La distintività del nostro comparto - ha proseguito poi Scordamaglia - è un tema noto, siamo speciali perché produciamo qualità impattando il meno possibile sull’ambiente”. E questo è reso possibile grazie a tecnologia, innovazione e know how specializzato. “Una tecnologia state of the art - ha detto ancora il consigliere delegato - che gli altri Paesi guardano con ammirazione e che aumenta l'attrattività del nostro settore, così come gli investimenti esteri diretti in netto aumento rispetto al passato già dimostrano”. Interesse ed investimenti che secondo Filiera Italia non potranno che aumentare anche a seguito dello sviluppo di fondi ESG e di green bond che renderanno ancora più appetibile l’agroalimentare italiano.

L’importanza degli investimenti esteri, se ben regolamentati, è scontata. “Utile per il rafforzamento della competitività delle nostre PMI - ha detto il consigliere delegato - utile per coprire finalmente l'ultimo miglio distributivo ancora oggi freno del settore, utile per rafforzare ruolo del nostro settore e Paese su alcune aree strategiche come quella del Mediterraneo, utile per l'accelerazione della razionalizzazione delle infrastrutture logistiche, oggi uno dei limiti che ci penalizza di più in termini di competitività, Ben venga insomma chi condivide progetti, valori ed investimenti che come Filiera Italia abbiamo voluto introdurre nel Recovery” e che vanno dalla modernizzazione delle filiere alla razionalizzazione delle reti logistiche e portuali.

“Nel contempo come Paese dovremo essere bravi a scongiurare il rischio di operazioni predatorie, di scippi di brand, di fabbriche e di tecnologie, che porterebbero a usare il nostro know how per creare ulteriore Italian sounding sui mercati globali” ha affermato Scordamaglia facendo un appello all’applicazione equilibrata e razionale della Golden Power nel comparto agroalimentare. “La nostra proposta - ha aggiunto - è quella di attivare un advisory board di esperti settoriali che insieme alle amministrazioni competenti dia il suo contributo proprio nel giudicare le varie operazioni su cui applicare la Golden Power”.

Infine Scordamaglia ha ricordato i passi ancora da compiere per aumentare l'indice di attrattività del settore: accelerazione dei tempi nelle risposte amministrative, semplificazione normativa, alleggerimento del cuneo fiscale, riforma della giustizia civile. “Ma in fondo - ha detto - questi sono i colli di bottiglia su cui si deciderà la rinascita del nostro Paese”.

"Tutti strumenti - ha concluso Scordamaglia - su cui intervenire in maniera rispettosa ovviamente della parità per tutte le aziende, non solo quelle estere, perché se è importante attrarre gli investitori esteri lo è ancora di più stimolare i nostri imprenditori a continuare ad investire e i nostri giovani a credere nel settore e dare il loro contributo”.

red - 18469

EFA News - European Food Agency
Similar