It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

L'Horeca riparte da HostMilano

La 42ª edizione si terrà in presenza dal 22 al 26 ottobre 2021

Complice l’allentamento delle restrizioni e le nuove misure decise dai governi in tema di strutture fieristiche, il mondo Horeca è pronto a ripartire “live” in Fieramilano, dal 22 al 26 ottobre 2021, a HostMilano, l’hub dell’equipment globale che riunisce le più importanti aziende italiane e internazionali (ad oggi sono già più di 1000 gli espositori provenienti da 40 paesi). Lo svolgimento in contemporanea di Tuttofood, fiera punto di riferimento dell’ecosistema agroalimentare, moltiplicherà le opportunità di business. Dall’Internet of Things al risparmio energetico, dalla sensibilità green all’’economia circolare, dalla security all’igiene, dal ripensamento di format e spazi all’adozione di nuovi materiali e nuovi approcci per il mondo del fuoricasa. Questi alcuni dei punti salienti dell'evento. Una serie di processi digitali permetterà alle aziende di beneficiare dei vantaggi offerti da HostMilano, come lo svolgimento di webinar sui temi più di attualità, l’invio di newsletter, l’aggiornamento dei siti di manifestazione e dei canali social.

Nel suo ruolo di trendsetter e di place-to-be per chiunque faccia innovazione nel mondo dell’hospitality, all’interno della prossima edizione di HostMilano non potrà mancare uno sguardo particolare verso la priorità del Next Normal per le imprese del settore: la sicurezza e la qualità. Due parole chiave, che riguardano non solo i prodotti, ma anche gli ambienti in cui l’offerta viene fruita. Perché, è l’opinione degli esperti, i consumatori dei prossimi anni decideranno di orientare le proprie scelte verso quei professionisti del fuoricasa (dai ristoranti ai bar, dai panettieri alle pasticcerie) che sapranno conquistarsi la fiducia non solo in virtù dei propri prodotti, ma anche grazie alle tecnologie adottate per mantenere i loro spazi “safe”. Gli operatori cioè, dovranno essere capaci di cambiare la loro visione intorno al concetto di “security” e “safety”, iniziando a considerare la sicurezza non come un costo, ma come un investimento per il futuro, su cui puntare attraverso la continua formazione e il rispetto dei protocolli certificati in fatto di sanificazione.

HostMilano si arricchirà di un ulteriore strumento come Fiera Milano Platform, nuova piattaforma dedicata a tutta la community delle filiere di riferimento. Tornerà poi tra i padiglioni di Rho Fiera Smart Label Host Innovation Award, il concorso aperto a tutte le aziende “innovative” che si tiene in collaborazione con Poli.Design consorzio del politecnico di Milano, e con il patrocinio di Adi (associazione italiana per il disegno industriale). Un premio che nelle ultime tre edizioni ha visto assegnare oltre 150 award e 20 riconoscimenti speciali, e che anche quest’anno ha un unico obiettivo: valutare il tasso di innovazione e le soluzioni più intelligenti delle aziende in gara, “giudicate” da una giuria composta da sette tra docenti universitari professionisti ed esperti nazionali e internazionali nell’ambito del design dell’ospitalità̀ e del risparmio energetico.

Appuntamento fissato anche con “Pasticceria di lusso nel mondo” by Iginio Massari (alla presenza dei più importanti pastry chef del mondo). Non mancheranno poi eventi e competizioni a cura di Altoga, associazione nazionale. All’interno della macro-area "Pane", "Pizza", "Pasta" oltre alla Bakery Academy, scenderanno in campo i maestri del lievito madre per il panettone World Championship. Sul fronte della ristorazione, infine, Fipe presenterà "Ristorazione 4.0", un osservatorio privilegiato sull’innovazione digitale nel comparto che si dividerà la scena con i seminari dell’Horeca Digital Academy, a cura di Apci (Associazione professionale cuochi), e con quelli a cura di Fcsi sul futuro dell’Hospitality. Attualità e tendenze di domani che saranno al centro anche dei Design Talks, in collaborazione con Poli.design, momenti di aggiornamento professionale su temi di forte attualità applicati al settore dell’ospitalità professionale e del design.

Come ogni edizione, a HostMilano sarà presente un parterre con espositori provenienti dai cinque angoli del pianeta. Per quanto riguarda il made in Italy, le aziende comprendono già ora nomi come Gruppo Cimbali, Simonelli Group, Hausbrandt, Gruppo Ima, Pregel, Babbi, Imperia & Monferrina, Tagliavini, Ali Group, Rational, Berto’s, Costa Group, Calligaris, Abert-Broggi 1818, Bormioli Rocco. Tra le aziende internazionali, hanno confermato la loro partecipazione: Welbilt, Hobart, Salva, Wiesheu, Josè Julio Jordao, Valmar Global, Wmf Group, Schaerer, Curtis, Marco Beverage Systems, Probat-Werke von Gimborn Maschinenfabrik, Ahlstrom. Dal 3 giugno sul portale Simest sarà possibile per le aziende accedere con nuove domande di finanziamento agevolato al fondo 394/81. Si tratta di una nuova opportunità per sostenere la partecipazione delle aziende italiane alle fiere internazionali nell’ambito del processo di internazionalizzazione delle imprese anche con una quota di cofinanziamento a fondo perduto a valere sulla quota di risorse del fondo per la promozione integrata.

hef - 18693

EFA News - European Food Agency
Similar