It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Marr: segnali di ripresa importanti

Ospitali (ad): "Ricavi superiori rispetto all’andamento del mercato grazie agli effetti delle iniziative commerciali"

Al termine del 1° trimestre la società registra un trend positivo, confermato anche in aprile, sia in termini di ricavi che di redditività.

Il consiglio di amministrazione di Marr S.p.A., leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione al foodservice di prodotti alimentari e non food, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2021. A fronte di ricavi totali pari a 188,6 milioni, i ricavi per vendite del primo trimestre sono stati pari a 186,2 milioni di Euro (che si confrontano con i 259,7 milioni del pari periodo dell’anno precedente). In particolare le vendite ai clienti della categoria dello “Street Market” (ristoranti e hotel non appartenenti a gruppi o catene) e del “National Account” (operatori della ristorazione commerciale strutturata e della ristorazione collettiva) hanno risentito delle restrizioni a zone nel corso dell’intero periodo, mentre nel 1 trimestre del 2020 erano state impattate dalle misure di lockdown solamente a partire dal 10 marzo 2020. 

Le vendite a grossisti e retail (categoria dei “Wholesale”) hanno invece risentito meno delle citate restrizioni. L’Ebitda consolidato di periodo è stato di 108 mila Euro rispetto ai 3,6 milioni dell’anno precedente; l’Ebit è pari a –7,0 milioni rispetto a -4,2 milioni del primo trimestre 2020. Il risultato netto di periodo si posiziona a –6,3 milioni e si confronta con i –4,0 milioni dell’anno precedente. Al 31 marzo 2021 il capitale circolante netto commerciale è stato pari a 232,4 milioni di Euro, in decremento rispetto ai 281,8 milioni della fine del primo trimestre 2020. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 235,8 milioni di Euro (275,4 milioni al 31 marzo 2020) e include 258 milioni di Euro di liquidità, in ulteriore rafforzamento rispetto ai 251 milioni del 31 dicembre 2020. Il patrimonio netto consolidato al 31 marzo 2021 è stato pari a 331,8 milioni di Euro (336,6 milioni al 31 marzo 2020).

Nel valutare le prospettive, Marr ha reputato interessante segmentare il risultato del trimestre per singolo mese. Infatti mentre in gennaio e febbraio la flessione dei ricavi totali è stata pari rispettivamente a –56 ed a –37 milioni, nel mese di marzo il recupero verso l’analogo mese dell’anno precedente è stato di 20 milioni (+42%). Quest’ultimo valore, peraltro, è confermato nel mese di aprile che, con ricavi totali di poco superiori a quelli del mese immediatamente precedente, ha conseguito un incremento di ben 48 milioni (di cui circa 4 milioni relativi alle recenti acquisizioni) rispetto all’aprile dello scorso anno (circa 76 milioni nel 2021 rispetto ai 28 milioni nell’aprile 2020). Di pari passo si è mossa la redditività. A fine trimestre l’EBITDA è positivo con un corposo recupero nel mese di marzo.
L’insieme di queste valutazioni - spiega la società del gruppo Cremonini in una nota - unita agli andamenti registrati nella prima parte del secondo trimestre, quindi aprile e le prime settimane di maggio, consentono di confermare il timido ottimismo già espresso appena chiuso il primo trimestre.

In un'intervista pubblicata sul QN del 17 maggio, l'ad Francesco Ospitali ha dichiarato: "Nel trimestre, pur risentendo significativamente delle crescenti restrizioni sulle attività connesse a turismo e ristorazione extradomestica, Marr ha conseguito ricavi superiori rispetto all’andamento del mercato grazie agli effetti delle iniziative commerciali poste in essere nei mesi precedenti. Nelle ultime settimane (con la riapertura delle attività di ristorazione all’aperto dal 26 aprile) vi sono tangibili segnali di ripresa del mercato che confermano aspettative di recupero. E’ sulla certezza della ripresa e del ritorno alla nuova normalità con una crescente attenzione alla qualità e provenienza del cibo da parte del consumatore finale che si basa la strategia di consolidamento e di sviluppo di MARR avendo quale costante filrouge il sempre confermato ed attuato approccio customer in mind. Il Cliente/mercato rappresenta infatti il nostro riferimento in tutti i progetti ed attività operative e logistiche che intendiamo portare avanti".

hef - 18947

EFA News - European Food Agency
Similar