It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Spagna: industria alimenti e bevande resiste a impatto Covid

Lo dice il Rapporto economico 2020 della iberica Fiab

In Spagna, come si evince dal rapporto economico 2020 della Federazione spagnola delle industrie alimentari e delle bevande (FIAB), il settore degli alimenti e delle bevande ha dato prova di grande resistenza all’impatto della pandemia, dimostrando di poter guidare il cambiamento per la ripresa economica e sociale del Paese. La produzione reale del settore, pur risentendo del blocco del turismo, è stata pari a 129.854 milioni di euro con un calo del -5,3% rispetto al 2019, inferiore a quello dell'economia spagnola nel suo complesso ( -11%). Ad aumentare nettamente sono stati, invece, i consumi delle famiglie, che per le misure di confinamento hanno registrato un rimbalzo del 16,15% con una spesa media pro capite di circa 1.610 euro.

Quanto all’impatto sul tessuto imprenditoriale, nel 2020 sono state perse 200 aziende rispetto al 2019. Le perdite si manifestano principalmente nel segmento delle piccole imprese, sebbene il peso delle PMI rimanga il 96% dell'intero settore. Sono invece 21 le nuove aziende di grandi dimensioni, 5 delle quali con oltre 1.000 dipendenti. Grandi sforzi sono stati compiuti anche in materia di lavoro, poiché con 431.800 lavoratori diretti, l’occupazione nel settore alimentare ha segnato una diminuzione dell’1,1% che rimane quindi inferiore a quella dell'industria manifatturiera (-2,2%) e dell'economia totale (-2,2%).

Le esportazioni spagnole del settore alimentazione e bevande hanno evidenziato nel 2020 un aumento del 4,4% rispetto all'anno precedente, avendo raggiunto i 33.945 milioni di euro; crescita sostenuta in particolare dalla domanda cinese di prodotti a base di carne. Inoltre, a seguito della pandemia, il saldo commerciale a favore della Spagna si è attestato sui 12.608 milioni di euro, un aumento considerevole guidato dal calo delle importazioni.

L'UE, guidata al primo posto dalla Francia, rimane la principale meta delle esportazioni spagnole (54,9%) seguita dalla Cina, Regno Unito e Stati Uniti. 

SaM - 19140

EFA News - European Food Agency
Similar