It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Macrowine, il punto sulla ricerca vitienologica mondiale

L'evento chiude con 20 ore di diretta e 428 esperti a confronto di 23 paesi

Bilancio positivo l'ottava edizione di Macrowine, l'evento di riferimento mondiale per la ricerca scientifica nel settore vitivinicolo organizzato da fondazione Edmund Mach, università degli studi di Verona e dall’università degli studi di Torino. Dal 23 al 30 giugno (vedi articolo EFA News) 428 delegati di 23 paesi sono stati impegnati in 10 sessioni live della durata complessiva di 20 ore, ospitando i risultati più originali ed innovativi ottenuti dai centri di ricerca internazionali nel settore della vitienologia mondiale. L’edizione 2021 ha proposto un ricco programma di elevato livello scientifico, con argomenti che hanno spaziato dalla vigna al bicchiere, ovvero dalla diversità varietale dell’uva e dalle pratiche per una viticoltura sostenibile all’ecosistema microbico, dal campo al consumo finale, senza tralasciare la shelf life dei vini e gli strumenti a disposizione per supportare una viticoltura di precisione e innovativa.

Hanno partecipato ricercatori da tutto il mondo, ma anche operatori e tecnici delle aziende produttrici ( il 18% dei partecipanti), molti dei quali provenienti dal mondo anglosassone. Nella cerimonia di chiusura i referenti organizzativi dei tre enti Maurizio Ugliano (università di Verona), Luca Rolle (università di Torino) e Fulvio Mattivi (fondazione Edmund Mach) hanno passato il testimone all'università di Bordeaux, a cui è stata assegnata l'organizzazione di Macrowine 2023. Durante l'evento è stato consegnato il premio "Best young resarcher". Il comitato scientifico di Macrowine ha selezionato sulla base della novità, originalità e qualità scientifica il miglior lavoro presentato da ricercatori sotto i 35 anni. Partendo da 160 candidati, il premio è stato assegnato a Marie Le Scanff dell'università di Bordeaux (Francia) con il lavoro "Comprendere la dolcezza dei vini secchi: prime prove di isomeri di astilbina nei vini rossi e quantificazione in una gamma di annate di un secolo".

In chiusura del convegno è intervenuto anche il prof. Ulrich Fisher, che ha presentato l'evento principale per la ricerca in vitienologia del 2022: In Vino Analytica Scientia (Ivas 2022). Questo evento, che si tiene in anni alterni rispetto a Macrowine, si terrà a Neustadt, Germania, dal 3 al 7 luglio 2022. L'esperimento di organizzare in forma virtuale è stato un grande successo e permetterà in futuro, quando si tornerà in presenza, di sfruttare la tecnologia sviluppata per organizzare eventi in modalità "mista". L' evento ha contato sul supporto organizzativo del partner Vinidea.

hef - 19776

EFA News - European Food Agency
Related
Similar