It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ferrarini, Cassazione spiana la strada alla cordata Pini/Amco

La competenza sul concordato torna al tribunale di Reggio Emilia

Un punto a favore di Ferrarini e della cordata Pini/Amco nella battaglia sul concordato del gruppo di salumi reggiano in crisi. Infatti, la competenza a ricevere la presentazione della proposta concordataria spetta al Tribunale di Reggio Emilia e non al Tribunale Bologna, sede specializzata in materia di impresa. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza n. 19618 depositata oggi, accogliendo il ricorso della società contro Intesa SanPaolo e Unicredit, alleati nella cordata col gruppo Bonterre (Grandi Salumifici Italiani) e Opas per conquistare il controllo di Ferrarini. In precedenza, con decreto del 20 ottobre 2020, la Corte d'appello bolognese aveva revocato il provvedimento col quale il tribunale di Reggio Emilia aveva assegnato il termine per la presentazione della proposta concordataria della Ferrarini Spa, dichiarandone l'incompetenza in favore del Tribunale di Bologna (Sede della sezione specializzata in materia di impresa). 

La Cassazione ha accolto invece la tesi di Ferrarini secondo cui la competenza è del Tribunale di Reggio Emilia. La decisione sembra sbarrare la strada alla cordata Bonterre/Intesa Sanpaolo/Unicredit, visto che il tribunale di Reggio Emilia aveva già omologato la proposta concordataria della cordata Pini/Amco.

red - 19926

EFA News - European Food Agency
Similar