It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Esselunga: ancora vittima dei comunisti mangiabambini e trinariciuti?

Marina Caprotti: "In Italia non cambia nulla". E fa ristampare "Falce e carrello"

Inaugurazione con polemica per il nuovo supermercato Esselunga a Livorno. Per stigmatizzare i ritardi nelle concessioni dei vari permessi, con un iter quasi ventennale, Marina Caprotti, al vertice della catena fondata dal padre Bernardo, ha voluto far ristampare "Falce e carrello. Le mani sulla spesa degli italiani", il libello di denuncia scritto dal padre e pubblicato da Marsilio nel 2007, dove dipingeva un mercato della grande distribuzione bloccato dai comunisti delle Coop. Dopo la denuncia di queste ultime, vari processi si sono susseguiti fin oltre la morte di Caprotti, avvenuta nel settembre 2016.

Nonostante nella "comunista" Toscana Esselunga conti ben 31 punti vendita, la figlia di Caprotti è tornata alla carica e proprio oggi, nell'inaugurazione del 169° store del gruppo nella (ex) rossa Livorno, ha voluto regalare ai clienti di Livorno una nuova edizione del libro con una provocazione di rara eleganza, come riporta il sito del Corriere della Sera.

 "A distanza di quasi quindici anni dalla prima edizione di questo libro - scrive Marina Caprotti nella nuova prefazione al libro - duole constatare che nulla sia cambiato in Italia. Ci auguriamo di uscire presto dalla crisi generata dalla pandemia e che sapremo cogliere la straordinaria opportunità del Recovery Fund per la rinascita del Paese e per colmare il nostro divario con il resto dell’Europa. Vogliamo tornare ad essere attrattivi per gli investimenti, con l’auspicio che i pochi imprenditori italiani che hanno ancora il coraggio di investire e contribuire a dare impulso all’economia del Paese non vengano costantemente ostacolati dagli infiniti impedimenti burocratici e da ingerenze politiche, episodi a cui assistiamo quotidianamente. Se continuiamo a sopravvivere è solo perché siamo tenaci e perché amiamo e crediamo in questo meraviglioso Paese".

Il superstore Esselunga sorge in viale Petrarca, con 4.500 metri quadri di superficie di vendita, è certificato in classe energetica A ed è dotato di un ampio parcheggio interrato in grado di ospitare 780 autoveicoli. La struttura commerciale ospita anche il Bar Atlantic – il centesimo del gruppo - e la profumeria esserbella. Ci lavorano 191 addetti, dei quali 156 neoassunti vengono dal territorio di Livorno.

red - 20256

EFA News - European Food Agency
Related
Similar