It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nasce l'associazione delle fiere autonome italiane riunite

Il neopresidente: “Per dare piena rappresentanza ad un comparto troppo penalizzato dalla crisi pandemica”

"Qualità, serietà, tecnologia". Sono questi i pilastri su cui poggia F.A.I.R., acronimo di fiere autonome italiane riunite, la nuova associazione italiana che da oggi vuole rappresenta il comparto degli organizzatori autonomi di fiere ed eventi. “Uno dei settori maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia è stato proprio quello degli eventi e delle rassegne fieristiche", spiega Marco Barozzi, presidente della neonata associazione. "Solo ora lo scenario inizia a mostrare i primi segnali di ripresa pur in un contesto di grande prudenza e attenzione. Questo però non può pregiudicare il rilancio delle attività legate al mondo degli eventi che, anzi, proprio in virtù di questa nuova spinta stanno mostrando l’entusiasmo e soprattutto la capacità di risalire la china”.

Ma da dove nasce l’esigenza di creare un’associazione come Fair? "Era necessario costituire un’associazione in grado di regolare e tutelare adeguatamente quegli organizzatori qualificati che fino a oggi non hanno potuto contare su un organismo di questo tipo, il cui obiettivo è quello di garantire loro una degna rappresentanza per risolvere problemi, creare sinergie tra associati e progetti, fornire opportunità di crescita attraverso un’assistenza professionale di alto livello che deriva anche dalla lunga esperienza nel mondo fieristico internazionale che diversi componenti del comitato direttivo di Fair, compreso il sottoscritto, hanno maturato negli anni”, ha spiegato il presidente.

In merito alle attività, il presidente ha commentato: Il concetto da cui partiamo è la difesa degli interessi degli associati in tutti gli aspetti che riguardano l’organizzazione di eventi, da lì si diramano tutte le nostre attività: dall’elaborazione di proposte che migliorino le condizioni del settore promuovendo nuove modalità di contrattazione all’interno del settore pubblico alla partecipazione a commissioni di lavoro per la realizzazione e l’implementazione di iniziative di cui gli associati possono beneficiare. Ma favoriremo anche la collaborazione tra àmbiti diversi che possano facilitare l’espansione internazionale degli associati e promuoveremo la partecipazione a incontri formativi tenuti in collaborazione con importanti Istituzioni e Organizzazioni pubbliche e/o private”.

hef - 21411

EFA News - European Food Agency
Similar