It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Gruppo VéGé presenta i piani per il 2022

Previste 131 nuove aperture, l’acquisto di esercizi commerciali e diverse ristrutturazioni

Gruppo VéGé, ha presentato oggi all’industria di marca i propri piani commerciali e di marketing per il 2022. L’evento di presentazione, che ha richiamato a Milano oltre 400 manager in rappresentanza delle imprese fornitrici, è stato ospitato al teatro Manzoni. I nuovi progetti di sviluppo e di crescita illustrati dai vertici del Gruppo puntano sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica, praticata in modo da mettere al centro le persone e i loro bisogni. 

Nel 2022 il Gruppo prevede 131 nuove aperture, l’acquisto di esercizi commerciali da concorrenti e diverse ristrutturazioni. Giorgio Santambrogio, Ad del Gruppo ha commentato: “il valore guida della vicinanza ai bisogni delle persone ci ha condotti nel 2021 a sviluppare un piano promozionale nazionale ancor più ficcante, che ha difeso il potere d’acquisto delle famiglie garantendo ai clienti dei punti vendita del network risparmi per oltre 510 milioni di Euro. Siamo convinti che partire da questa riacquisita centralità dei valori sia la chiave per gestire un 2022 che si prospetta ricco di opportunità ma anche di incognite”. 

“l nostri piani commerciali e di marketing per il 2022 sono proiettati oltre la contingenza emergenziale, andando a disegnare una collaborazione con l’industria di marca che valorizzi al meglio le eccellenze nazionali e ancori il significato della parola convenienza al concetto di migliore qualità al giusto prezzo”, ha chiarito Edoardo Gamboni, dg di Gruppo VéGé. “L’eccezionale impennata dell’inflazione, aumentata a ottobre per il quarto mese consecutivo, è sicuramente un elemento destabilizzante che consiglia di mantenerci cauti e preparati a possibili scenari meno favorevoli. Un tasso d’inflazione annuo che si confermi superiore a quello programmato, infatti, andrebbe a deprimere i consumi, con il rischio che a fine 2022 ristagnino ancora sotto i livelli pre pandemia. Sono certo, tuttavia, che con un lavoro di squadra, sarà possibile fare dell’anno che viene uno snodo fondamentale per incanalare industria e distribuzione verso un futuro sostenibile".

hef - 22114

EFA News - European Food Agency
Similar