It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Al via la VI settimana della cucina italiana nel mondo

Obiettivo: promuovere le eccellenze alimentari del Belpaese in 110 nazioni

“Tradizione e prospettive della cucina italiana: consapevolezza e valorizzazione della sostenibilità alimentare” è il tema portante della VI edizione della Cucina italiana nel mondo, evento promosso dal ministero degli Esteri che unisce alla promozione dei prodotti agroalimentari italiani la valorizzazione della dieta Mediterranea, quale modello di alimentazione e stile di vita sano e sostenibile.

L'iniziativa, che viene realizzata da oggi fino al 28 novembre 2021 presso la rete diplomatico-consolare all’estero, ha lo scopo di promuovere il meglio della filiera italiana agroalimentare e della tradizione eno-gastronomica, e rappresenta uno pilastri della strategia di internazionalizzazione del made in Italy delineata nel patto per l’export. L’agroalimentare italiano è uscito dalla crisi generata dalla pandemia Covid più forte di prima con il record storico nelle esportazioni che fanno registrare un balzo del 12% per un valore raggiungerà a fine anno i 52 miliardi, il massimo di sempre, se il trend sarà mantenuto. La settimana della cucina italiana nel mondo ha l'obiettivo di promuovere le eccellenze della cucina del Belpaese in 110 nazioni tramite la rete di ambasciate, consolati, istituti italiani di cultura, uffici Ice e camere di commercio all'estero.

Tra i principali clienti del tricolore a tavola ci sono gli Stati Uniti che si collocano al secondo posto con un incremento del 17% nel periodo gennaio-agosto 2021. Positivo l’andamento anche in Germania che si classifica al primo posto tra i paesi importatori di italian food con un incremento del 7%, pari a quello della Francia (+7%) che è stabile al terzo posto mentre al quarto è la Gran Bretagna dove però le vendite sono stagnanti a causa delle difficoltà legate alla Brexit, tra le procedure doganali e l’aumento dei costi di trasporto dovuti a ritardi e maggiori controlli. Fra gli altri mercati si segnala la crescita del 15% in quello russo e del 47% su quello cinese.

hef - 22140

EFA News - European Food Agency
Similar