It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Soia: l'Europa continua import da paesi che usano massicci pesticidi

Focus sul Paraguay in un'interrogazione parlamentare Ue

Interrogazione alla Commissione dai parlamentari Annika Bruna (ID), Virginie Joron (ID), Hélène Laporte (ID), Dominique Bilde (ID), Elżbieta Kruk (ECR), Jean-Paul Garraud (ID), del 15/12/2021.

Oggetto: Impatto sulla salute e sull'ambiente dell'uso di pesticidi nelle monocolture di soia

Ogni anno, in Paraguay vengono utilizzate più di 60 tonnellate di pesticidi nella coltivazione di soia transgenica. Spruzzare questi pesticidi, anziché utilizzare barriere naturali come richiesto dalle normative, contamina l'aria e l'acqua nelle aree rurali interessate.

L'uso di pesticidi nelle monocolture di soia provoca una forte deforestazione, il collasso della biodiversità e un aumento dell'esodo rurale, e sta anche avvelenando le comunità locali, portando spesso a ricoveri ospedalieri o addirittura alla morte. Sono stati osservati: nausea e vomito, lesioni cutanee, febbre, vertigini, tosse, leucemia e linfoma. Uno studio non confermato ha persino riportato mutazioni genetiche nei bambini che vivono vicino a queste colture.

La soia contaminata è ampiamente esportata, soprattutto in Europa, dove può contaminare anche il nostro cibo, direttamente o indirettamente (attraverso il bestiame nutrito con le colture contaminate). L'importazione di questo raccolto aumenta la nostra dipendenza dal cibo ed è quindi in contrasto con la strategia "Farm to Fork".

1. La Commissione sa quanta soia transgenica viene importata dal Paraguay?

2. Può fornire garanzie che tali importazioni non siano contaminate da pesticidi?

3. Le aziende europee producono e vendono questi pesticidi in Paraguay?

red - 22816

EFA News - European Food Agency
Similar