It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Prosecco sostenibile: concluso il progetto Proinos

Realizzato un master plan per il territorio veneto

"Prosecco Sostenibile” (www.proseccosostenibile.it), è un progetto cofinanziato dall'Ue nell'ambito del Programma sviluppo rurale del Veneto che ha concluso la sua prima fase. I risultati sono stati presentati a Conegliano alla presenza del sindaco, Fabio Chies, e dell'assessore dell'agricoltura del Veneto, Giuseppe Pan. Il progetto, partito formalmente lo scorso giugno ha portato alla costituzione di un gruppo operativo composto da aziende vitivinicole, società di consulenza, esperti del settore vitivinicolo, Istituti di Ricerca, associazioni di categoria, ecc. Questa “task force” scenderà in campo per rispondere alle criticità individuate dalla Focus Area a cui il progetto fa riferimento: migliorare l’utilizzo delle risorse idriche e gestire correttamente pesticidi e fertilizzanti. 

Nei mesi scorsi si sono succeduti nel territorio incontri tecnici e seminari informativi che hanno visto coinvolti, oltre alle aziende socie della Cantina di Orsago, anche esperti del settore, docenti di Accademie di primaria importanza: Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, attraverso il centro di ricerca OPERA da anni impegnato, con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, nel progetto VIVA “La Sostenibilità della Vitivinicoltura in Italia”; l'Università Ca’ Foscari di Venezia e Università degli studi di Padova. 

Obiettivo primario è stato identificare le migliori pratiche vitivinicole e tecnologie disponibili per minimizzare la pressione ambientale, attribuibile alle attività viticole, sia sul territorio che sulla salute pubblica. Passo importante è stato quello di individuare un percorso di miglioramento basato sulla misurazione di indicatori di sostenibilità secondo i Disciplinari VIVA promossi dal Ministero dell’Ambiente. Nel corso della presentazione è intervenuto il prof. Massimo Cacciari sul tema paesaggio plasmato dalla viticoltura e sulla candidatura delle colline di Conegliano Valdobbiadene come patrimonio dell’UNESCO. Il prof. Ettore Capri del'Università cattolica ha invece approfondito il tema dell’uso dei fitofarmaci. La dott.ssa Fascetti Leon del Ministero dell’Ambiente ha illustrato i progetti ministeriali sulla sostenibilità in viticoltura e del Marchio VIVA, ideato dal Ministero dell’ambiente e riconosciuto dal Ministero delle Politiche agricole. Negli ultimi anni, il comparto vitivinicolo della Regione Veneto ha avuto un importante incremento confermandosi come uno dei settori economici più importante e di maggior sviluppo. 

La produzione del Prosecco in particolare, grazie al grande successo di mercato in Italia e nel Mondo, è aumentata di più del 50% negli ultimi 3 anni. Il conseguente aumento di superfici coltivate ha necessariamente determinato l’urgenza di ricercare nuovi equilibri con l’ambiente, le Comunità locali e il mercato; l’interesse per metodi di produzione e di gestione aziendale più sostenibili ha coinvolto in maniera crescente la maggior parte dei settori produttivi, incluso quello vitivinicolo. La diffusione di questo trend è un fenomeno interessante e certamente legato alle esigenze dei consumatori che chiedono prodotti sani e di qualità ma, al tempo stesso, realizzati nel rispetto dell’ambiente, dei lavoratori e delle comunità

agu - 2754

EFA News - European Food Agency
Related
Similar