It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

Vendemmia eccezionale per la Maison di champagne J.H. Quenardel

Raccolta anticipata di 15 giorni rispetto alla media

Quest’anno la stagione della vendemmia è arrivata in anticipo nella Champagne e, grazie a condizioni climatiche eccezionalmente favorevoli, si conclude in modo ottimale

Una vendemmia anticipata quella di J.H. Quenardel, storica maison di Ludes produttrice di champagne, che come le altre cantine del Comité Champagne ha avviato la raccolta già lo scorso 20 agosto con un anticipo di 15 giorni rispetto alla media degli ultimi anni e prevede qualità di altissimo livello e anche un millesimato 2018.

La vendemmia della maison francese è eccezionale e fuori dalla norma, aiutata in special modo da un andamento climatico durante tutto l’anno particolarmente favorevole. L’inverno, infatti, è stato piovoso e caratterizzato da ingenti nevicate che però la cantina ha saputo usare a proprio vantaggio, usando la neve come scudo naturale contro il gelo. Anche la primavera è stata atipica, con molto sole e temperature sopra la media che hanno determinato uno sviluppo vegetativo delle piante decisamente precoce. Il clima ha assistito fino alla fine e le consuete piogge di fine estate non si sono verificate, evitando così alle uve le problematiche legate all’umidità.

“Le perfette condizioni metereologiche hanno determinato una condizione delle uve naturalmente ottima e questo è stato per noi fondamentale, dato che pratichiamo una viticoltura sostenibile ed evitiamo il ricorso a pesticidi o prodotti chimici – ha dichiarato Alexandre Quenardel – Le uniche criticità sono state nel riuscire a vendemmiare tutti i nostri 18 ettari nei tempi corretti. Abbiamo dovuto richiamare d’urgenza il personale per arrivare a 32 persone manuali, abbiamo allungato gli orari e svolto una parte della vendemmia anche in notturna. Siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto e la qualità che prevediamo quest’anno non si vedeva da anni”.

La Maison J.H. Quenardel vanta da sempre un approccio alla viticoltura che valorizza la qualità rispetto alla resa, l’eccellenza sulla redditività ed è per questo che in vendemmia la cantina opta per una tecnica che prevede una prima e una seconda selezione che però, quest’anno, è stata solo di quantità e non di qualità. Dalla vite alla bottiglia la Maison J.H. Quenardel si occupa direttamente di ogni singola fase del processo produttivo e anche per la vendemmia 2018 non è stata usata nessuna macchina per non inquinare l’uva e non rischiare di danneggiare le viti. Una raccolta completamente manuale – supportata anche dall’impiego di alcuni militari all’interno del personale – che garantirà uno champagne di particolare eccellenza, completamente puro e naturale.

J.H. Quenardel è una cantina a conduzione familiare produttrice di Champagne con sede a Ludes, nel cuore della regione della Champagne, a pochi chilometri da Reims, nel dipartimento della Marna. La Maison è stata fondata nel 1906 da Henri Quenardel e da allora l’azienda si è sviluppata tramandando esperienza e tradizione di generazione in generazione con un unico obiettivo: produrre champagne di qualità solo in modo artigianale ed ecosostenibile, seguendo ogni fase della produzione ed operando nel pieno rispetto del patrimonio paesaggistico.

mtm - 4653

© World Food Press Agency Srl