It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Coca-Cola Hbc Italia si beve l'acqua Lurisia

Preliminare da 88 miloni, i venditori sono Idea Taste of Italy con le famiglie Invernizzi e Farinetti

Il valore dell’azienda è stato concordato in 88 milioni di euro, soggetto ad aggiustamento prezzo come da prassi di mercato. Il completamento dell’acquisizione è soggetto ad alcune condizioni ed è atteso per la fine del 2019.

Coca-Cola Hbc Italia, ha annunciato l'accordo preliminare per l’acquisizione di Acque Minerali Srl che, col brand Lurisia, è storica azienda di acque minerali e bibite piemontese attualmente controllata dal fondo d’investimento IdeA Taste of Italy (DeA Capital Alternative Funds Sgr), dalla famiglia Invernizzi, e da Eataly Distribuzione della famiglia Farinetti. Il valore dell’azienda è stato concordato in 88 milioni di euro, soggetto ad aggiustamento prezzo come da prassi di mercato. Piero Bagnasco, attuale presidente e amministratore delegato di Lurisia, e Alessandro Invernizzi, rappresentanti di due degli azionisti venditori, rimarranno nel consiglio di amministrazione di Acque Minerali al fine di assicurare continuità di business. 

Fondata nel 1940 a Roccaforte Mondovì (CN), l'azienda offre acque minerali e frizzati provenienti da fonti a 1.400 metri sul livello del mare sul Monte Pigna, in imballaggi in Pet e vetro: è stata pioniera nell’offrire acque in bottiglie di vetro a forma di campana, disegnate dallo studio di architettura e design Sottsass Associati.  

La fabbrica piemontese si aggiunge ai 4 stabilimenti di Coca-Cola Hbc Italia presenti in Campania, Abruzzo, Basilicata e Veneto, dove a Nogara ha sede il più grande centro produttivo di Coca-Cola in Europa.

mtm - 9005

© EFA News - European Food Agency Srl