It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Su Centrale del Latte per ora niente impatti dal Coronavirus

Ricavi a 31,8 mln in primi 2 mesi (+3,4%)

Su Centrale del Latte d'Italia per ora nessun impatto dal Coronavirus. Nei primi due mesi dell'anno, il terzo player italiano nel mercato del Latte fresco e a lunga durata ha registrato ricavi in crescita del 3,4% a 31, 8 milioni di euro, con un aumento della marginalità. A questo risultato ha contribuito l'attuazione del piano di riduzione costi previsto a piano oltre a una diminuzione del prezzo della materia prima latte. L'incremento delle vendite è dettato anche dal ritorno alla spesa famigliare e al maggior consumo domestico per le limitazioni normative che stanno interessando la ristorazione organizzata e, più in generale, il consumo fuori casa a causa della diffusione del Coronavirus. 

La società sta proseguendo con l'implementazione del piano industriale al 2022 approvato lo scorso 10 febbraio con risultati in linea con quanto definito e approvato. L'obiettivo del Gruppo è incrementare la redditività attraverso il consolidamento del mercato italiano e il presidio di nuovi canali distributivi, il lancio di nuovi prodotti innovativi e il rafforzamento dell'export anche verso nuovi mercati. Per il 2022 il management stima una crescita dei ricavi a 187 milioni di euro (+1,3% Cagr), con Ebitda in crescita a 17,5 milioni di euro, margine Ebitda pari a 9,3% e un utile netto a 5,5 milioni di euro. 

Il prossimo 29 aprile si dovrebbe svolgere - limitazioni permettendo - l'assemblea ordinaria e straordinaria degli azionisti presso la sede della Società in Via Filadelfia, 220 a Torino per, rispettivamente, l'approvazione del bilancio e il rinnovo del consiglio di amministrazione e l'aumento di capitale, con o senza diritto di opzione, fino a un massimo di 30 milioni di euro in 5 anni. L'obiettivo della ricapitalizzazione è rafforzare il patrimonio aziendale e proseguire nella prospettiva di crescita e investimento nel settore lattiero-caseario.

agu - 11001

© EFA News - European Food Agency Srl
Similar

CoffeeArla and Starbucks celebrate successful 10 year partnership

The partnership has been a success from the start

2020 marks 10 years since European farmer-owned dairy cooperative Arla Foods and the American coffee company Starbucks partnered up to combine chilled coffee and milk for the ready to drink (RTD) market. The partnership has been a success from the start, securing continuous growth in a high pace global market, in which unit production has increased by no less than 1700 per cent. more

Cheese and dairy productsBrands and transformation deliver strong 2019 results for Arla

Arla’s branded sales volume grew 5.1 per cent in 2019

In 2019 farmer-owned Arla Foods exceeded expectations for global branded sales whilst simultaneously transforming its business securing cost-savings at the top end of expectations through the Calcium programme. This enabled Arla to deliver a stable milk price to its farmers owners and a strong cash flow further strengthened the company’s investment power in future growth. more