It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Mahou San Miguel contiene il calo delle vendite nonostante la pandemia

Il Gruppo spagnolo ha chiuso l’anno 2020 in utile con 2,3 milioni di Euro

Mahou San Miguel, produttore di birra spagnolo, nel 2020 ha contenuto il calo delle vendite al –10,5% a valore e al -8,2% a volume ed ha chiuso l’anno in utile (2,3 milioni €), anche se ridimensionato rispetto al 2019. Nel 2020 il fatturato della società è diminuito del 10,5%, a 1.252,8 milioni di Euro, mentre il suo Ebitda si è ridotto quasi della metà rispetto all’anno precedente, attestandosi a 166,3 milioni di Euro. D’altra parte, le sue vendite globali sono diminuite dell’8,2% a 17,7 milioni di ettolitri, di cui 13,5 corrispondono alla birra e 4,2 all’acqua minerale, aromatizzata e funzionale. Le vendite nel canale "Ospitalità", sono calate del 36,4% rispetto al 2019, solo in parte compensate con la buona performance del canale Retail (+ 10%). 

Gli aiuti al settore dell’ospitalità sono ammontati a oltre 200 milioni di Euro nel 2020. "Mahou San Miguel ha implementato tutti i protocolli e le misure di prevenzione per tutelare la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti, garantendo continuità aziendale e fornitura al mercato, rispettando in ogni momento la promessa di garantire un servizio ai suoi clienti", sottolinea una nota stampa. Allo stesso modo, ha investito oltre 1,27 milioni di Euro nella formazione del proprio team, soprattutto nella digitalizzazione con oltre 27.000 ore dedicate a questo scopo. L’azienda ha inoltre rafforzato il proprio impegno per la sostenibilità e stanziato oltre 14 milioni di Euro per continuare a promuovere la tutela dell’ambiente e dare il suo contributo alla società. In questo senso, la fondazione Mahou San Miguel ha sostenuto i gruppi più colpiti dalla situazione pandemica ed ha cercato di creare opportunità di lavoro per i giovani a rischio di esclusione sociale.

La società ha anche fatto passi avanti nella sua strategia di internazionalizzazione, diventando il partner di maggioranza del birrificio artigianale nordamericano Founders Brewing e rafforzando così la sua attività negli Stati Uniti. Al di fuori della Spagna, il gruppo ha anche sviluppato un piano per sostenere l’hospitality in 15 paesi, tra cui Portogallo, Norvegia, Olanda, Svizzera, Italia e Giappone

hef - 19073

EFA News - European Food Agency
Similar