It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

La fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba si prepara alla sua 91ª edizione

Annunciata la svolta in chiave “sostenibile”, che guarda a tutela ambientale e aspetti socioeconomici

Il Tuber magnatum Pico, torna protagonista, attraverso la presentazione della 91ª edizione della fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba presso il giardino del ristorante Voce, accanto al teatro alla Scala di Milano. L'appuntamento più atteso dell’autunno albese, è stato presentato nella giornata di ieri 1 luglio, dove moderati dalla giornalista Fernanda Roggero, si sono avvicendati gli interventi della presidente dell’ente fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba, Liliana Allena, del direttore Stefano Mosca, del curatore gastronomico Paolo Vizzari e dello chef Davide Palluda, patron del ristorante “All’Enoteca” di Canale.

I mutamenti climatici in atto hanno portato l’organizzazione a posticipare l’apertura dell’evento di una settimana, visto lo slittamento della stagione dei tartufi, con l’avvio della 91ª edizione previsto per il 9 ottobre, arrivando fino al 5 dicembre. Tema chiave, la sostenibilità verrà declinata su tre assi: ambientale, sociale ed economica, attraverso un approccio integrato in cui dialogheranno tra loro personaggi del mondo dell’alta finanza, dell’innovazione digitale, dell’artigianato d’eccellenza, dell’alta moda, dell’arte, della musica, del design e della cultura e della cucina d’autore. 

Tra gli eventi in programma c'è Dawn to Earth prevede l’utilizzo del tartufo bianco d’Alba come ambasciatore e la sua fiera annuale come casa condivisa da mettere a disposizione per dare risalto ai più validi progetti a sfondo etico nel panorama mondiale dell’alimentazione, della biodiversità, dell’alta finanza e dell’Ict, ricercando i “game changer” di ogni continente per offrire loro supporto, rete e campagne di racconto o promozione volte ad aprire a un pubblico più ampio il loro messaggio e la natura dei loro sforzi. L’edizione zero, nel 2020, ha visto premiato lo chef Norbert Niederkofler, con il team di ragazzi insieme ai quali, oltre a tenere vive le tre stelle Michelin del ristorante St. Hubertus di San Cassiano, ridisegna ogni anno i contorni di due eventi dalla forte matrice etica, Care’s e Cook the Mountain.

L’ente fiera ha avviato il percorso per implementare un sistema di gestione della fiera del tartufo bianco d’Alba in linea con i requisiti di sostenibilità dello standard internazionale Iso 20121, sulla gestione sostenibile degli eventi. La fiera del tartufo bianco d’Alba viene dunque progettata in modo da minimizzare l’impatto sull’ambiente e al contempo valorizzare le ricadute positive sulle persone e sul territorio: Bureau Veritas Italia, tra i leader nelle attività di testing, ispezione e certificazione, condurrà verifiche in occasione delle tappe salienti della fiera del tartufo bianco d’Alba (progettazione – svolgimento – rendicontazione di sostenibilità). 

Cuore della Fiera rimarrà il mercato mondiale del tartufo bianco d’Alba, unitamente alla rassegna Albaqualità, all’interno del cortile della Maddalena. Sarà il luogo in cui poter acquistare esemplari di Tuber magnatum Pico, accuratamente selezionati dai giudici di analisi sensoriale del Tartufo, formati dal centro nazionale studi Tartufo. A impreziosire il tutto, l’Alba Truffle Show, i seminari di analisi sensoriale del tartufo le Wine Tasting Experience dedicate ai grandi vini di Langhe, Monferrato e Roero; tanti gli chef pronti a firmare i Foodies Moments dei numerosi cooking show. In attesa della Global Conference on Wine Tourism, che nel 2022 vedrà Alba capitale mondiale dell’enoturismo, ospitando il forum promosso dall’Unwto, l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa della promozione del turismo sostenibile, sono diversi gli appuntamenti che vedranno sua maestà il Tartufo Bianco d’Alba protagonista insieme a realtà vitivinicole di assoluta eccellenza.

Al di là della consolidata partnership con il consorzio alta langa Docg e il consorzio di tutela barolobBarbaresco Alba Langhe e Dogliani, quest’anno farà il suo debutto in fiera il mondo dello Champagne. Fra le altre “prime volte”, a fine ottobre si terrà l’asta en primeur del Barolo, promossa dalla fondazione Crc, in cui saranno battute le barrique prodotte dalla vigna “Cascina Gustava”, ai piedi del castello di Grinzane Cavour. Riconfermata La Vendemmia, uno degli eventi più attesi dell’autunno milanese, ideato e promosso da MonteNapoleone District, con l’obiettivo di unire i grandi marchi del lusso internazionale e le più prestigiose cantine nazionali e internazionali, con la partecipazione dei migliori ristoranti e degli hotel 5 stelle lusso della città.

Riconfermato anche per quest’anno è il Truffle Hub, sede distaccata della fiera presso il castello di Roddi, trasformato in hub digitale territoriale che fungerà da vetrina per le eccellenze enogastronomiche piemontesi, valorizzate attraverso l’organizzazione di cene “a quattro mani”, firmate da chef del territorio in collaborazione con chef in arrivo da tutta la regione. La pertinenza del castello sarà inoltre sede dell’Alba Digital Truffle Lab e del Langhe Digital Wine Lab. Tradizione ormai consolidata è quella della celebrazione del Tuber Primae Noctis, il capodanno del Tartufo. Allo scoccare della mezzanotte del 21 settembre, nella cornice della scuola di danza Orsolina28, a Moncalvo, andrà in scena una pièce teatrale scritta dalla scuola Holden e dedicata alla narrazione del Tartufo, in collaborazione con il centro nazionale studi Tartufo.

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con l’asta mondiale del tartufo, manifestazione che nel tempo ha saputo conciliare la promozione delle eccellenze del territorio con la solidarietà, destinando ingenti fondi a cause benefiche. In collegamento con il castello di Grinzane Cavour, sede dell’enoteca regionale Piemontese Cavour, recentemente arricchita dall’inaugurazione del museo open air “In Vigna”, il 14 novembre Hong Kong, Mosca Singapore e Dubai (dove il 1° ottobre avrà inizio l’Expo) si contenderanno i lotti più prestigiosi di tartufo bianco d’Alba.

 

hef - 19769

EFA News - European Food Agency
Similar