Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

La Lituania evita la tassa sullo zucchero

In cambio di una riduzione del contenuto nei prodotti alimentari

I lituani consumano il 40% in più di sale, il 39% in più di grassi e il 22% in più di zucchero rispetto a quanto raccomandato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità

Il governo lituano ha collaborato con produttori alimentari per ridurre il contenuto di sale e zucchero nei prodotti. In cambio non introdurrà una tassa sullo zucchero. Coca-Cola, Nestlé e Orkla sono tra le aziende che hanno aderito all'iniziativa del governo per promuovere stili di vita più sani.

Come parte dell'accordo, le aziende apporteranno modifiche alla loro produzione volontariamente. Il ministro della salute Aurelijus Veryga spera che altre compagnie aderiscano all'accordo in futuro. Parlando al Baltic News Service su una proposta di tassare lo zucchero, ha dichiarato: "L'obiettivo delle tasse, che non erano state proposte dal governo ma erano state discusse tra i cittadini, era ciò che abbiamo raggiunto con gli accordi di oggi: contenuti inferiori di zucchero nei prodotti alimentari. Sono lieto che noi in Lituania possiamo dimostrare un modo diverso di risolvere il problema attraverso un accordo con i produttori e senza tasse".

Il governo lituano ha affermato che le persone nel paese consumano il 40% in più di sale, il 39% in più di grassi e il 22% in più di zucchero rispetto a quanto raccomandato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Secondo Mindaugas Snarskis, presidente del consiglio di amministrazione dell'industria alimentare lituana, i produttori si trovano di fronte al difficile compito di fornire prodotti migliori per la salute, preservando le loro caratteristiche di sapore ed evitando cambiamenti significativi nei prezzi. "Siamo lieti di essere stati invitati a diventare partner di questa iniziativa – ha dichiarato – perché crediamo che una partnership tra imprese e governo sia una delle condizioni più importanti per ottenere risultati di successo".

Quest'anno il Regno Unito, l'Irlanda, le Filippine, il Sudafrica e l'Estonia dovranno, invece, implementare le tasse sullo zucchero.

mtm - 1902

© World Food Press Agency Srl