Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Presentata a Roma la 53esima “Agriumbria”

Si terrà a Bastia Umbra da venerdì 1 a domenica 3 aprile 2022

“C’è già il tutto esaurito per quanto riguarda gli spazi occupabili dagli espositori, e questa è una gran bella notizia in un momento così difficile”: con queste parole il presidente di Umbriafiere, Lazzaro Bogliari, ha anticipato nel corso della conferenza stampa tenutasi a Roma (vedi articolo EFA News del 14-3-22), nella mattinata di giovedì 17 marzo 2022, presso il centro congressi Rospigliosi, il prossimo avvio della 53esima edizione di Agriumbria, la mostra nazionale dell’agricoltura, zootecnia e alimentazione in programma a Bastia Umbra (Perugia), da venerdì 1° a domenica 3 aprile.

Nonostante il clima di preoccupazione per il prolungarsi del conflitto russo-ucraino, parole di pieno sostegno e di incoraggiamento per la manifestazione umbra sono venute dal presidente A.I.A., Roberto Nocentini: “Abbiamo aderito volentieri anche quest’anno nel realizzare assieme a Roma la presentazione di Agriumbria proprio perché vogliamo ribadire l’importanza che la manifestazione indubbiamente riveste, pure in un momento così difficile e critico come quello che sta attraversando la zootecnia. Una vetrina qualificatissima che ci consente di presentare il grande valore del nostro allevamento sia al pubblico dei visitatori, sempre numerosi, sia alla platea istituzionale e del mondo professionale agricolo. E' la manifestazione che a livello nazionale dedica maggior attenzione alla zootecnia da carne, e quindi confermiamo l’appoggio alla proposta del presidente Bogliari di consolidare la presenza in fiera di questo importante settore dell’allevamento, anche con la collaborazione delle principali associazioni di razza, Anabic e Anacli in primo luogo”. 

In conferenza stampa è stata presentata un’anteprima della manifestazione, che prevede un’ampia rappresentanza dell’allevamento nazionale, con le vetrine delle razze bovine da carne del circuito Anabic (Chianina, Marchigiana, Romagnola, Maremmana e Podolica), ed a duplice attitudine, portate dall’Anapri (Pezzata Rossa Italiana). Ancora per il settore bovino da carne si segnala l’importante evento tecnico di sabato 2 aprile delle mostre nazionali di libro genealogico. Inoltre, nella vetrina delle razze, saranno presenti capi bovini di Piemontese. La bovinicoltura da latte sarà rappresentata dalla razza Frisona Italiana, per la quale è prevista la mostra interregionale che avrà come giudice Giuseppe Beltramino.

Grazie all’associazione regionale-Ara dell’Umbria, verranno esposti anche esemplari di altre razze allevate nella regione umbra e nei territori del Centro Italia. Saranno rappresentati anche gli ovicaprini, esposti dall’associazione nazionale della pastorizia-Asso.Na.Pa., e la specie cunicola con l’esposizione delle razze di registro anagrafico organizzata dall’associazione nazionale coniglicoltori italiani-Anci. In programma anche la tradizionale gara di valutazione morfologica riservata agli studenti degli istituti agrari italiani, per le razze bovine ad attitudine latte e carne.

hef - 23916

EFA News - European Food Agency
Simili