Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Molini, la filiera Pivetti sempre più sostenibile

Cresce la linea Campi protetti certificata

Rafforzare maggiormente la filiera e puntare sulla sostenibilità. Con un occhio sempre rivolto anche ai mercati, questo il fulcro dell’incontro di fine anno avvenuto a Renazzo (Ferrara), storica sede di Molini Pivetti che da oltre 140 anni produce farine di alta qualità. All'appuntamento, di fronte a rappresentanti di tutta la filiera del grano tenero che ruota attorno a Pivetti, dagli agricoltori all’industria (Deco e Bimbo), sono intervenuti i vertici dell’azienda, Gianluca Pivetti e Gabriele Maggiali, rispettivamente consigliere delegato e direttore commerciale, la giornalista Lisa Bellocchi (Vice Presidente ENAJ - European Network of Agricultural Journalists), Adriano Facchini, esperto di marketing agroalimentare e l’agronomo Alessandro Zucchi, responsabile della filiera CPP (Campi Protetti Pivetti) creata nel 2015. Da luglio scorso circa il 60 % dei CPP  è stata riconosciuta anche sostenibile, in base agli standard di riferimento ambientale, sociale ed economica, per un totale di oltre 10.000 tonnellate di grano prodotte.

I grani della filiera Campi Protetti Pivetti provengono esclusivamente da terreni delle province di Bologna, Modena e Ferrara, lontani da fonti di inquinamento quali industrie o strade a grande percorrenza; subiscono  solo i trattamenti di difesa dalle principali malattie che garantiscono la qualità della granella da raccogliere e una volta  vengono stoccati in silos dedicati, non entrano mai in contatto con grani diversi. Avvalendosi di trasporto, anch’esso dedicato, il grano prosegue verso il molino di Renazzo per le analisi di conformità da parte del laboratorio. Dopo un’accurata fase di pulitura, si procede con la macinazione per ottenere una farina stoccata in celle dedicate e numerate, con una capacità di stoccaggio complessiva che si aggira attorno alle 115mila ton di grano, di cui 47.620 solo nei silos di Renazzo. 

L’obiettivo è quello di abbassare ulteriormente le emissioni di anidride carbonica, soprattutto nella fase agricola e in quella di trasporto, perché - ha affermato Gianluca Pivetti – “Il percorso di certificazione CSQA ci ha offerto una visione del nostro sistema produttivo: la certezza del dato ci permette ora di identificare i punti critici e intervenire in modo mirato”.

Molini Pivetti è stata fondata in provincia di Ferrara nel 1875, anno in cui Valente Pivetti costruì il primo mulino. Dopo 140 anni, alla quinta generazione famigliare, i volumi di produzione annui si aggirano sui 240.000 tons di sfarinati e semilavorati, con un fatturato annuo di circa 75 milioni di euro e 65 dipendenti. Oltre a coprire integralmente il mercato italiano, Molini Pivetti esporta in Europa, Nord America, Medio Oriente e Far East.

Galleria fotografica Molini Pivetti Molini Pivetti Gianluca Pivetti, Consigliere Delegato Molini Pivetti
agu - 10124

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili