Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Nutri-score, interrogazione UE

"Ingannevole per il consumatore e con effetti negativi sull'economia italiana"

Interrogazione con richiesta di risposta scritta alla Commissione, dell'on. Gianantonio Da Re. 

11/12/2019

Oggetto: Etichettatura a semaforo o "Nutri-score" – Etichettatura ingannevole per il consumatore ed effetti negativi sull'economia europea, e in particolare italiana.

L'Unione europea sta valutando l'introduzione di un'etichettatura a semaforo o "Nutri-score" stampata sul fronte delle confezioni, che dovrebbe semplificare il giudizio sulla qualità degli alimenti. Tale etichettatura utilizza due scale correlate per classificare la qualità dei prodotti: una cromatica, dal verde al rosso, e una alfabetica, con lettere dalla A alla E, in base alle quali i prodotti vengono suddivisi in categorie e ricevono un punteggio determinato in base ai nutrienti che contengono.

Il sistema a semaforo comporta quindi una semplificazione estrema di etichettatura che potrebbe danneggiare alcuni prodotti identificandoli, erroneamente, come nocivi a prescindere dalle quantità consumate. In particolare, risulterebbero nocivi alcuni prodotti del "Made in Italy" quali speck, olio di oliva, gorgonzola, prosciutto crudo, Parmigiano reggiano e pecorino romano.

Ciò premesso, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1  Non ritiene che l'etichettatura a semaforo sia non solo non corretta ma anche ingannevole per il consumatore?

2  Ha valutato l'impatto negativo che il "Nutri-score" potrebbe avere sull'economia europea, in particolare italiana, considerato che tale etichettatura comporterà inevitabilmente un calo dei consumi, della produzione e dell'export?

agu - 10192

© EFA News - European Food Agency Srl
Simili